Come pulire senza rovinare gli infissi in alluminio molto sporchi

Tra le migliori manutenzioni a cui porre attenzione per chi ha degli infissi in alluminio, rientra la pulizia accurata soprattutto nel caso in cui sono molto sporchi. In questa guida, vedremo come pulirli senza rovinarli, evitando quei materiali che potrebbero compromettere la qualità dei telai.

Degli infissi ben puliti, garantiranno una buona riuscita nel lungo periodo. Quel che è importante sapere, è che spugne abrasive, utensili dalle punte affilate e prodotti chimici ritenuti eccessivamente aggressivi (ad esempio alcool, solventi e acidi), sono vietati per la pulizia dei telai, in quanto potrebbero danneggiarli.

La preparazione alla pulizia di infissi in alluminio molto sporchi (indipendentemente che siano verniciati oppure no), prevede l’utilizzo di un panno morbido per rimuovere la polvere e lo sporco presente in superficie. E poi, la spugna imbevuta con detergente neutro e acqua tiepida per pulire meglio.

Preparato il materiale più opportuno, ecco quali sono le fasi per pulire gli infissi in alluminio senza correre il rischio di rovinarli:

  1. Il telaio: questa è la prima parte da pulire. Con un panno ed acqua calda, è necessario passarlo in tutta la superficie, tenendo conto in particolar modo, delle fessure in alcuni canali di drenaggio.
  2. Immergere il panno: esso adesso, potrà essere introdotto nell’acqua calda insieme al bicarbonato di sodio.
  3. Attenzione alle guarnizioni: trattando di parti essenzialmente delicate, si potrà rimuovere la sporcizia più in profondità ricorrendo a degli stuzzicadenti. Successivamente, con panno umido e aspirapolvere sempre nelle guarnizioni, per togliere la sporcizia più penetrante.

Un trucco per non lasciare macchie o aloni, è di sciacquare in abbondanza e poi asciugare per bene, gli infissi in alluminio ripetendo l’operazione diverse volte.

L’ideale sarebbe quello di eseguire questa pulizia ben approfondita, almeno due volte ogni anno.

Come ridare lucentezza agli infissi in alluminio

Dopo aver visto come pulire senza rovinare gli infissi in alluminio molto sporchi, è giunto il momento di comprendere come ridare lucentezza agli infissi in alluminio. Con l’uso di buoni prodotti e seguendo alla lettera i passaggi, i telai in questione, torneranno come nuovi e l’opacità sarà soltanto un brutto ricordo.

Innanzitutto, è bene distinguere la causa dell’opacità degli infissi in alluminio. Se fossero presenti delle semplici macchie comparse per un incidente (ad esempio post lavori di imbiancatura), è sufficiente utilizzare un detergente universale.

In caso di sporcizia e opacità dovuta alle condizioni climatiche in cui si vive, ad esempio per via dello smog, salsedine o calcare, sarà indispensabile ricorrere ad un trattamento protettivo: esistono sul mercato dei prodotti ad HOC per tali infissi.

Tutto quel che occorre per ridare lucentezza agli infissi in alluminio opacizzati, è utilizzare detersivo ed aceto. Ecco le fasi step by step:

  1. Panno umido: in esso andrà versata qualche goccia di sgrassatore naturale o detersiva per piatti.
  2. Strofinare panno: il panno servirà per strofinare bene la superficie, senza ignorare nessun angolo.
  3. Eliminare i residui: per completare questa operazione, è bene ricorrere ad una spugna con aceto e acqua tiepida.
  4. Asciugare l’infisso: per far sì che l’infisso splenda come si deve, è bene prestare la giusta attenzione all’asciugatura. Dunque, è bene ripassare il panno imbevuto di aceto. Se tutto fosse stato eseguito alla lettera, non ci saranno più aloni e all’alluminio risulterà splendente, igienizzato e luminoso come prima.

Una valida alternativa per creare un buon prodotto che consenta di dare lucentezza agli infissi in alluminio, è quello di realizzare un detersivo fai da te. Basterà un semplice spruzzino e poi inserire al suo interno, un detersivo per piatti o aceto.

Questo, è tutto quel che bisogna sapere su come ridare lucentezza agli infissi in alluminio.