come-pulire-la-pelliccia-di-visone

Come pulire pelliccia visone: guida pratica

Devi lavare la pelliccia? In questo articolo vedremo come pulire la pelliccia di visone.

Molte persone pensano di poterla lavare in lavatrice oppure semplicemente a mano, ma purtroppo per chi sceglie una di queste due soluzioni rischia di rovinarla.

Durante l’inverno, la pioggia, la neve e il vento sono all’ordine del giorno e quindi la pelliccia deve essere pulita con attenzione per poter avere di nuovo il suo splendore. La prima cosa da fare dopo ogni utilizzo è quella di rimuovere tutti i residui di polvere che si trovano nel pelo.

Ma quali altri step seguono questa procedura? Cosa bisogna fare per ottenere un soprabito pulito e senza il timore di guastarlo?

Di sotto, una guida pratica sull’argomento.

Come pulire la pelliccia visone: i consigli da applicare

La prima cosa da fare, come già anticipato, è rimuovere la polvere depositatasi sul manto. Per farlo basta scuotere la pelliccia in un ambiente aperto, con movimenti delicati e facendo attenzione a non recarle alcun danno. Dopodiché bisogna appendere la pelliccia ad un appendiabito e munirsi della spazzola giusta per pettinarla: se ne possono trovare di diverse online, da poter riconoscere per la distanza tra i denti.

Il movimento da tenere, durante questa delicatissima fase, è dall’alto verso il basso. Si consiglia a proposito di trattare una zona per volta, senza effettuare movimenti troppo bruschi o spazzolate particolarmente estese. A questo punto si passa alla creazione di una soluzione adeguata con cui lavare il soprabito. Vi basterà aggiungere ad un recipiente d’acqua un po’di alcol isopropilico e distribuire il composto con un panno di cotone. Si raccomanda di non utilizzare mai il sapone, l’effetto sarebbe devastante.

Il panno da utilizzare, inoltre, dev’essere bianco: se così non fosse si rischierebbe di incorrere nella probabilità di scolorire la pelliccia. Dopo aver distribuito la soluzione e sfregato con la massima delicatezza, occorre poi appendere il soprabito in una stanza ventilata.

Come asciugare una pelliccia bagnata?

Se, invece, la pelliccia risulta bagnata con l’acqua bisogna scuoterla con energia affinché il liquido viene rimosso. Successivamente bisogna tamponare con un panno di cotone (si consiglia, ancora una volta, di colore bianco). E’ importante tamponare e non strofinare, altrimenti il pelo si rovina. Infine, bisogna lasciarla asciugare per tutta la notte.

Come effettuare una pulizia profonda

Se s’intende effettuare una pulizia profonda, bisogna rimuovere la fodera e applicare la soluzione direttamente sulla pelle dell’animale. In questo caso consigliamo di utilizzare una soluzione fatta in casa, da poter ricavare dall’unione tra aceto e olio. Questo tipo di trattamento viene effettuato soprattutto per le pellicce più fragili. Agire sulla pelle la rinforza ed evita screpolature.

Chiaramente la soluzione a base d’olio non va mai applicata sul pelo, che non ne gioverebbe.

In quest’ultimo caso, ad ogni modo, l’asciugatura richiede diversi giorni. Il momento giusto per indossare la pelliccia è quando l’odore d’aceto si sarà completamente esaurito. Affinché questo avvenga potrebbe essere necessario esporre il soprabito in una stanza con delle finestre aperte. Si sconsiglia invece la prolungata esposizione al sole.