Come riavvicinare e riconquistare un ex fidanzato impegnato

Riavvicinare e riconquistare l’ex fidanzato (attualmente impegnato con un’altra persona), potrebbe essere un passo difficile. Bisognerebbe comprendere innanzitutto, in che rapporti si è rimasti tra ex e soprattutto quanto sia forte la nuova fiamma del vecchio partner.

Prima di continuare è utile chiedersi se ne valga direttamente la pena e capire se a volerlo sono sentimenti inconsci quali abitudini, voler bene (forte, spesso scambiato per amore) e il fatto di non aver più qualcuno al proprio fianco.

Riconquistare il tuo ex: i passi falsi da non fare

Se tutto ciò non dovesse aver senso e l’intenzione reale fosse quella di provarci (e se ne valga la pena), allora è utile partire da quali errori non si dovranno commettere:

  • Stressare psicologicamente l’ex fidanzato;
  • Far prevalere la gelosia e mostrare un comportamento scorretto;
  • Far scene pietose in segno di arresa e cedimento;
  • Infangare la nuova ragazza dell’ex fidanzato;
  • Coinvolgere parenti e amici del vecchio compagno cercando un riavvicinamento forzato;
  • Iniziare con paranoie e fasi di stalking.

Se anche una sola azione di questa venga fatta, allora le speranze e le probabilità di riconquistare un ex e riavvicinarlo si annullano quasi del tutto.

La riconquista del proprio ex step by step

Alcuni comportamenti sono dettati dalla psicologia inversa e soprattutto dal metodo di comunicare. Inconsciamente a volte ci comportiamo in malo modo, allontanandolo le persone a noi più care.

Questo accade non solo in famiglia, ma anche in contesti dove dovrebbe esserci un maggior distacco, come amici e persino gente che non conosciamo. Il modo di comunicare è quello capace di essere un’arma a doppio taglio, se utilizzato bene può far andare bene due persone anche con pensieri diversi, viceversa comprometterebbe il loro rapporto.

La psicologia della riconquista: ecco come riavere il tuo ex fidanzato anche se impegnato

Per riconquistare l’ex, va utilizzata una strategia di psicologia inversa. Ecco nello specifico a cosa facciamo riferimento:

·        Fingere l’inesistenza della sua attuale compagna:

nervi saldi e tanta pazienza, è ciò che serve per affrontare questa situazione. La nuova compagna potrebbe essere soltanto un pretesto per dimenticarsi del passato. La cosa migliore da fare anche per scoprirlo, è ignorare la sua esistenza e parlare con l’ex come nulla fosse. Un modo per riagganciare il rapporto mostrando l’indifferenza più totale.

·        Lasciare più tempo per riflettere:

tal volta il distacco fisico e soprattutto psicologico, fa credere che l’ex possa dimenticarsi del tutto di ciò che eravate. In verità qualora ci sia ancora un minimo di sentimento e voglia di tornare, accade l’esatto opposto. L’allontanamento gli farà credere che sia stato un errore lasciarvi, così cercherà un contatto dopo che sarà passato un po’ di tempo.

·        Riscoprire sé stessi:

uno dei motivi per cui molte volte le coppie si lasciano, è per la ripetitività singolare, senza nessuna riscoperta o novità. Nel periodo in cui si è tornati single, è meglio badare a sé stessi, alle proprie passioni e far sì che l’ex possa ri innamorarsi di quella persona in cui ha sempre creduto.

·        La sua gelosia:

quale miglior modo per farlo ingelosire? Per natura l’uomo è cacciatore, specialmente se è ancora interessato alla persona con cui si è lasciato. La soluzione è fare in modo che venga a conoscenza di una nuova e possibile fiamma, rendendosi conto di quel che può perdere definitivamente.

·        Costruire una nuova complicità:

ciò che lega una coppia per tanto tempo (amore a parte ovviamente), è la complicità. Per far sì che riemerga è sufficiente affrontare con l’ex delle conversazioni piacevoli, senza che vengano rese pesanti o che si prendano vecchi argomenti (soprattutto negativi).

Seguendo tali passaggi è possibile poter riavvicinare e riconquistare l’ex fidanzato anche se è impegnato. È eticamente scorretto? Poco importa se questo farà stare bene la vostra persona.