Ecco come decolorare i capelli senza rovinarli

Spesso si ha intenzione di decolorare i capelli senza voler andare dal parrucchiere. Ma è realmente possibile? In realtà sì, in questa guida vedremo come fare senza rovinarli. Si tratta di un trattamento che richiede delicatezza e minuziosità, prima che si possa rovinare anche la cute.

Nonostante si tratti di un metodo possibile anche con il fai da te, bisogna tener conto degli accorgimenti più importanti per evitare che i capelli assumano una forma porosa, che si potrebbe tradurre in secchezza e tendenza ad annodarsi.

Decolorazione capelli: come farla

Il rischio di decolorare male i capelli è dietro l’angolo. Se il procedimento fosse svolto male, la struttura della proteina detta melanina potrebbe ossidarsi ed oltre a rovinare il capello, si schiarirebbe in modo malsano.

Dunque la prima mossa intelligente per evitare di rovinare i capelli durante l’iter di scolorimento, è di acquistare prodotti di ottima qualità. La riuscita finale viene determinata in particolar modo della polvere decolorante scelta.

Innanzitutto, la polvere acquistata andrà unita all’acqua emulsionata, ossigenata a 20, 30 oppure 40 volumi. Quest’ultima scelta andrà compiuta in base al risultato di schiaritura desiderato.

Come scegliere i volumi della decolorazione

Per poter decretare l’uso del volume dell’acqua ossigenata ed emulsionata, è importante fare attenzione a tali consigli:

  • Capelli chiari: in questo caso occorrerà prediligere i 20 volumi, decisamente sufficienti se la base iniziale del colore è relativamente chiara (biondo medio o castano chiaro).
  • Capelli scuri: per decolorare questa tipologia di colore, è necessario ricorrere ai 30 volumi, nonché un’acqua ossigenata più potente.

Infine, il volume 40 andrebbe acquistato e adottato al fine di ottenere una schiaritura decisa tendente al platino.

Ecco come fare una decolorazione ai vostri capelli senza rovinarli:

  1. In una ciotola mescolate con l’ausilio di un pennellino, acqua ossigenata e polvere decolorante. La pappetta che otterrete andrà spalmata accuratamente sulla radice dei capelli. Fate una divisione della vostra chioma in quattro spicchi. La prima divisione dovrà partire dalla nuca per arrivare alla fronte. La seconda divisione dovrà essere da orecchio ad orecchio. Iniziate a spalmare il preparato sulla divisione verticale nuca-fronte, passando poi a quello orizzontale orecchio-orecchio. Poi passate al resto del cuoio capelluto. Quando avrete terminato il trattamento delle radici potrete passare al resto della capigliatura. La lunghezza e le punte vanno trattate solo negli ultimi 10-15 minuti di posa, altrimenti si rischia di rovinarle.
  2. L’applicazione richiede un tempo di posa che va dai 20 fino ai 35 minuti complessivi. La quantità di minuti dipendono obiettivamente dal risultato desiderato. Se impiegate troppo tempo a stendere il preparato fatevi aiutare da qualcuno ed accelerate i tempi.
  3. L’ultimo step richiede il lavaggio dei capelli. L’ideale è di usare 2 volte lo shampoo, in modo tale da rimuovere completamente il composto. Infine, si suggerisce il risciacquo abbondante e l’applicazione di una maschera rigenerante-nutriente e di un balsamo.

I trucchi per non sbagliare con la decolorazione

Chi affronta per la prima volta la decolorazione dei capelli ed ha paura di rovinarli, può schiarirli per step lasciando in posa il prodotto schiarente per un tempo ridotto. La schiaritura sarà minore come minore sarà il rischio di rovinare il capello.

Per ridurre il rischio di rovinare le mani ed i vestiti vi consigliamo di utilizzare un asciugamano da metter sulle spalle, indossare i guanti per non rovinare la pelle delle mani e come suggerimento quotidiano, nutrire spesso i capelli.

Gli esperti consigliano di non abbondare con il dosaggio dell’acqua ossigenata. Inoltre, è indispensabile non aggredire il capello con dei trattamenti troppo forti, altrimenti come detto inizialmente, si rischierebbe di rovinare la cute e rendere i capelli troppo porosi.