Appendicite infiammata? ecco la dieta consigliata

Un’infezione all’appendice, nota come appendicite, non sempre richiede un intervento chirurgico. Se il problema è lieve, il vostro medico potrebbe somministrarvi degli antibiotici, o consigliarvi una dieta.

Anche se in seguito i sintomi progrediranno e vi sottoporrete a un intervento chirurgico per rimuovere l’appendice, noto come appendicectomia, probabilmente avrete gli stessi requisiti dietetici: cibi liquidi o morbidi, a basso contenuto di fibre e facili da digerire. Ecco una breve guida su cosa mangiare quando si ha l’appendice infiammata.

Dieta liquida

Se vi sentite nauseati o avete forti dolori durante un attacco di appendicite infiammata, il pensiero di mangiare cibi solidi probabilmente non vi piacerà. Ma servono comunque alcuni nutrienti per guarire. Una dieta completamente liquida consente di consumare praticamente tutto ciò che si desidera in forma liquida. Potete ad esempio bere qualsiasi tipo di bevanda: latte, succo di frutta, acqua o bibite dietetiche. Di solito potete bere anche un caffè o un tè, ma la caffeina potrebbe tenervi svegli, e avete bisogno di riposare.

Potete farvi dei frullati ad alto contenuto nutrizionale o integratori liquidi, sia pronti che fatti in casa, per ingerire vitamine, minerali e proteine. Godetevi anche un bel gelato, uno yogurt freddo, ma anche budini o zuppe.

Dieta a base di cibi morbidi

In casi di appendicite infiammata, dopo aver seguito una dieta completamente liquida per alcuni giorni senza complicazioni, potrete passare ad ingerire dei cibi morbidi, per iniziare gradualmente ad aggiungere alimenti fibrosi nel corpo.

Oltre a tutto ciò che è permesso nella dieta liquida, potrete aggiungere formaggi e yogurt. Potrete iniziare a mangiare piccole porzioni di proteine ​​magre, come pollo, pesce, uova e pesce, e mangiare con parsimonia frutta sbucciata e verdura.

Purè di patate, frutta in scatola, salsa di mele, avocado e prodotti a base di pomodoro sono generalmente ben tollerate. Potrete mangiare anche pane bianco, cereali, biscotti o cracker. Tuttavia, evitate i cereali integrali in questo momento, per mantenere basso l’apporto di fibre e consentire la guarigione del tratto digerente.

Quando mangiare più fibre

Se state assumendo antidolorifici per curare l’appendicite infiammata, potrete rapidamente diventare stitici. Il medico potrà raccomandarvi di mangiare alcuni alimenti facili da digerire, per aumentare leggermente l’apporto di fibre.

Aggiungete quindi dei frutti rossi ai frullati, cuocete una patata al forno con la buccia o preparate dei fagioli immergendoli per una notte in acqua per rimuovere i carboidrati che li rendono gassosi.

Giorno dopo giorno, provate ad arrivare gradualmente al 100% del valore giornaliero richiesto di fibre, ossia 25 grammi. Fatevi aiutare dalle etichette dei valori nutrizionali sugli alimenti confezionati.