Uveite: sintomi, cause e trattamenti

L’uveite è un’infiammazione oculare che colpisce lo strato intermedio del tessuto nella parete dell’occhio.

I segnali di questa infiammazione appaiono all’improvviso e peggiorano in poco tempo.

Questa condizione è spesso causata da malattie autoimmuni o infiammatorie, come la psoriasi oculare, infiammazioni, lesioni.

L’uveite se non trattata può causare la cecità. Questa patologia è meno comune rispetto ad altri disturbi dell’occhio.

Sintomi

I sintomi dell’uveite possono includere:

  • arrossamento degli occhi
  • dolore all’occhio
  • sensibilità all’occhio
  • macchie scure e fluttuanti nel campo visivo
  • visione ridotta

Questi possono manifestarsi all’improvviso e peggiorare rapidamente, ma in alcuni casi progrediscono gradualmente. Possono interessare uno od entrambi gli occhi.

L’uvea è lo strato intermedio di tessuto nella parete dell’occhio ed è costituito:

  • dall’iride
  • dal corpo ciliare
  • dalla coroide

In base a quali parti dell’occhio sono colpite si determina il tipo di uveite:

  • anteriore colpisce l’interno della parte anteriore dell’occhio e il corpo ciliare. Questa tipologia si chiama anche irite ed è quella più comune.
  • intermedia colpisce la retina e i vasi sanguigni appena dietro il cristallino e il vitreo
  • posteriore colpisce la retina o la coroide ovvero la parte posteriore dell’occhio
  • panauveite si riferisce invece all’infiammazione di tutto gli strati dell’uvea

Cause

In quasi tutti i casi di uveite non è bene nota la causa specifica.

Infatti spesso è la conseguenza di un’altra patologia come:

  • una malattia autoimmune o infiammatoria che colpisce altre parti del corpo, come la sarcoidosi, la spondilite anchilosante, il lupus eritematoso sistemico o il morbo di Crohn
  • un’infezione, come la malattia da graffio di gatto, l’herpes zoster, la sifilide, la toxoplasmosi o la tubercolosi
  • effetto collaterale dei farmaci
  • lesioni agli occhi o interventi chirurgici
  • molto raramente, un cancro che colpisce l’occhio, come il linfoma

Fattori di rischio

Le persone con mutazioni in alcuni geni possono avere maggiori probabilità di sviluppare l’uveite. Il fumo di sigaretta è stato associato a un’uveite più difficile da controllare.

Complicazioni

Se non curata, l’uveite può portare a serie complicazioni, tra cui:

  • gonfiore retinico (edema maculare)
  • cicatrici della retina
  • glaucoma
  • cataratta
  • danno al nervo ottico
  • distacco della retina
  • perdita permanente della vista

Diagnosi

Per la diagnosi di questa condizione occorre una visita completa dall’oculista. L’oculista inoltre effettua un’anamnesi completa.

La visita oculistica di solito prevede quanto segue:

  • valutazione della vista (con gli occhiali se li indossi abitualmente) e della risposta delle tue pupille alla luce
  • tonometria che misura la pressione all’interno dell’occhio. Per questo test possono essere utilizzati colliri paralizzanti.
  • un esame con lampada a fessura è necessaria per identificare le cellule infiammatorie microscopiche nella parte anteriore dell’occhio
  • oftalmoscopia che prevede la dilatazione della pupilla con un collirio e l’emissione di una luce intensa nell’occhio per esaminare la parte posteriore dell’occhio

Trattamento dell’uveite

Se l’uveite è causata da una condizione sottostante, il trattamento può concentrarsi su quella condizione specifica.

Di solito il trattamento per l’uveite è lo stesso indipendentemente dalla causa associata, purché non sia infettiva.

L’obiettivo del trattamento è ridurre l’infiammazione negli occhi, così come in altre parti del corpo, se presenti.

In alcuni casi, il trattamento può essere necessario per mesi o anni. Sono disponibili diverse opzioni di trattamento, sia farmacologiche che chirurgiche.