La multa per passaggio con il semaforo rosso è una delle più frequenti, in questo articolo andremo ad analizzare come funzione, quando vengono decurtati i punti, qulali sono le regole per la notifica ed in quali casi si può fare ricorso.

Quali sono le sanzioni previste per il passaggio con il semaforo rosso

Il comportamento da tenere in presenza del semaforo rosso è disciplinato dal Codice della Strada.

L’art. 41, comma 11, del codice della strada prevede che:

“Durante il periodo di  accensione della luce rossa, i veicoli non devono superare la striscia di arresto; in mancanza di tale striscia i veicoli non devono impegnare l’area d’intersezione, né l’attraversamento pedonale, né oltrepassare il segnale, in modo da poterne osservare le indicazioni”.

Per quanto attiene alle sanzioni per le violazioni commesse con il semaforo rosso occorre fare riferimento all’art. 146 del codice della strada.

La norma prevede al comma 2 una sanzione da 42 euro a 173 euro per chi non rispetta i comportamenti indicati dalla segnaletica stradale (sanzione che viene emessa in caso arresto oltre la linea).

Il comma 3 della stessa norma prevede una sanzione più elevata, con un importo da 167 euro a 666 euro per il “conducente del veicolo che prosegue la marcia nonostante le segnalazioni del semaforo” (quindi per il caso di chi attraversa completamente l’incrocio con la luce semaforica rossa).

Va ricordato che come per tutte la sanzioni anche in caso di passaggio con il semaforo rosso gli importi della sanzione sono aumentati di un terzo quando la violazione è commessa dopo le ore 22 e prima delle ore 7 del mattino.

Per tale tipologia di sanzione è possibile usufruire di uno sconto e il pagamento viene effettuato entro 5 giorni dalla data della contestazione o della notificazione.

In tale circostanza l’importo è ridotto del 30%, escluse le spese di procedura e di notifica che dovranno sempre essere corrisposte per intero.

La decurtazione dei punti in caso di multa per semaforo rosso

Poiché si tratta di una violazione piuttosto grave il legislatore in caso di verbale per passaggio con il semaforo rosso è prevista anche la sanzione accessoria della decurtazione dei punti dalla patente di guida del conducente al momento della violazione.

Nello specifico è prevista la decurtazione di due punti nel caso di violazione dell’art. 146, comma 2 e di 6 punti nel caso di violazione dell’art. 146 comma 3, del codice della strada.

A ciò si aggiunge, nel caso di violazione dell’art. 146 comma 3, la sospensione della patente se la violazione viene commessa per due volte nel corso di un biennio.

La notifica della multa per passaggio con il semaforo rosso

in caso di mancata contestazione immediata, la notifica del verbale  per passaggio con il semaforo rosso deve avvenire nel termine di 90 giorni dalla data della violazione.

Pertanto anche in questo caso, come accade per la maggioranza dei verbali, la multa è nulla se la spedizione avviene oltre detto termine.

Quindi in tali circostanze è possibile presentare ricorso al Giudice di Pace, entro 30 giorni dalla notifica, oppure al Prefetto, entro 60 giorni dalla notifica del verbale.