Sulle strade della penisola ogni giorno vengono posizionati nuovi dispositivi di rilevazione della velocità (tra i quali autovelox, tutor, telelaser e Scout Speed).

Questo grande numero di dispositivi porta all’emissione di centinania di migliaia di sanzioni ogni, sanzioni che molto spesso presentano irregolarità più o meno gravi che consentono di ottenere l’annullamento dei verbali.

In questo articolo andremo ad analizzare i motivi più frequenti che consentono di annullare le multe per eccesso di velocità accertate con autovelox.

Multa notificata oltre i termini

La notifica del verbale oltre i termini è un motivo di contestazione con portata generale, cioè è un motivo che trova applicazione per tutti verbali per violazione al codice della strada e non con solo riferimento a quelli per eccesso di velocità.

Secondo l’art. 201 il verbale per eccesso di velocità deve essere notificato entro 90 giorni dalla data della violazione (per approfondire il tema si rimanda all’articolo il termine di notifica della multa).

Pertanto se la multa viene notificato oltre 90 giorni dopo la data della violazione il verbale è annullabile ed è possibile presentare ricorso contro la multa per eccesso di velocità.

Multa per eccesso di velocità accertata con una autovelox non tarato

Questo motivo ha portato all’annullamento di moltissimi verbali per eccesso di velocità, soprattutto a seguito della sentenza della Corte Costituzionale 113/2015.

Questa sentenza ha definitivamente sancito l’obbligatorietà della taratura di tutti i dispositivi di rilevazione della velocità, taratura che prima di tale pronuncia era prevista solo per alcuni dispositivi.

Va inoltre precisato che la verifica della taratura non deve essere effettuata solo al momento dell’installazione del dispositivo autovelox, ma deve essere effettuata con cadenza almeno annuale.

Questo significa che se il verbale per eccesso di velocità è stato emesso con un dispositivo privo di taratura o il cui certificato è scaduto da oltre un anno è possibile agire per ottenerne l’annullamento.

Fotogramma dell’infrazione che ritrae più veicoli

In alcuni casi la presenza nel fotogramma di più veicoli a breve distanza tra loro ha portato all’annullamento della multa per eccesso di velocità

Questo perché la presenza di più mezzi a poca distanza tra loro rende difficile individuare quale dei veicoli ha effettivamente superato il limite di velocità.

Tale motivo è più forte quando il dispositivo usato non è dotato di tecnologie capaci di individuare in modo preciso il veicolo attraverso un sistema di “puntamento” (la presenza di tali dispositivi può essere riscontrata anche dall’analisi del fotogramma, infatti in questi casi il veicolo a cui si riferisce la violazione è evidenziato da un quadrato attorno alla targa del mezzo).

In conclusione

Nell’articolo sono indicati solo alcuni dei principali in base ai quali  è possibile contestare una multa per eccesso di velocità accertata mendiate dispositivi elettronici.

Si tratta tuttavia di un elenco parziale, poiché i dispositivi ogni verbale può presentare altri motivi sui quali basare un ricorso.

Quindi è sempre opportuno richiedere la consulenza di esperti preparati sulla materia e capaci di individuare elementi sui quali fondare un eventuale ricorso contro il verbale.