I prodotti per allungare il pene funzionano davvero? Scopriamolo in questa guida

Siete attratti dai prodotti che sostengono di poter ingrandire il vostro pene? In questo articolo parleremo dei prodotti più diffusi per allungare il pene e degli interventi chirurgici per ingrandire l’organo maschile.

Nonostante la diffusione di queste tecniche, i metodi naturali per l’allungamento del pene non godono di grande sostegno scientifico. Né sono approvati da alcuna organizzazione medica rispettabile per motivi puramente cosmetici.

La maggior parte degli uomini che provano tecniche di ingrandimento del pene non sono soddisfatti dei risultati. Alcuni metodi possono addirittura danneggiare l’attrezzatura e causare altri problemi.

Quali sono le dimensioni normali di un pene?

Il timore che il proprio pene sembri troppo piccolo o che sia troppo piccolo per soddisfare la partner durante il sesso è comune. Tuttavia, la maggior parte degli uomini che pensano di avere un pene più piccolo della media hanno in realtà peni considerati di dimensioni medie.

Molti uomini hanno un’idea distorta delle dimensioni “normali” del pene.

La lunghezza media del pene eretto è di circa 12,9 centimetri, mentre la lunghezza media del pene flaccido è di 9,6 centimetri. La circonferenza media di un pene eretto è di 11,2 centimetri.

Solo se il pene eretto di un uomo è inferiore a 7,5 centimetri, ha il cosiddetto “micropene”.

Cosa può influenzare la percezione delle dimensioni del pene da parte di una donna

I pubblicitari cercano di convincervi che la vostra partner sia più interessata alle dimensioni del pene di quanto non lo sia in realtà.

È più probabile che si riesca a migliorare la propria relazione sessuale comprendendo le esigenze e i desideri del partner piuttosto che cercando di modificare le dimensioni del pene.

Diffidate dalle pubblicità online

Molte aziende offrono trattamenti per l’ingrandimento del pene, spesso promuovendo i loro prodotti con annunci che includono citazioni di cosiddetti scienziati.

Leggendo le etichette di questi prodotti, appare chiaro che non sono stati condotti test indipendenti per confermare la sicurezza o l’efficacia. Inoltre, molti di essi contengono sostanze chimiche che possono essere dannose se ingerite in quantità sufficiente.

Chi si occupa di marketing in queste aziende crea pubblicità di persone che raccomandano il prodotto. Possono anche utilizzare dati non accurati e foto prima e dopo discutibili. Essendo che gli integratori alimentari non richiedono una specifica regolamentazione. I produttori non sono quindi tenuti a dimostrare la sicurezza di un prodotto o la sua efficacia.

Prodotti per allungare il pene

Ecco alcuni dei prodotti più pubblicizzati:

  • Le pillole e le creme, con o senza prescrizione medica, commercializzate per aumentare le dimensioni del pene non hanno dimostrato di funzionare. Alcuni di questi prodotti possono essere dannosi.
  • Le pompe a vuoto sono talvolta utilizzate per trattare la disfunzione erettile. Esse funzionano aspirando il sangue nel pene, facendolo gonfiare e facendolo sembrare più grande per un certo periodo di tempo.
    Se non si sanno utilizzare, possono danneggiare il tessuto elastico del pene, provocando erezioni meno solide.
  • Esercizi.
    Gli esercizi di jelqing utilizzano un movimento manuale per spingere il sangue dalla base del pene alla testa.
    Sebbene questa tecnica sembri più sicura di altri metodi, non ci sono prove scientifiche che funzioni. Inoltre, potrebbe provocare cicatrici e dolore.
  • Stretching. Lo stretching prevede l’applicazione di un dispositivo di trazione peniena che esercita una leggera tensione sul pene.
    Alcuni studi indipendenti hanno riportato guadagni di lunghezza di circa 1 o 3 centimetri) con questi dispositivi, ma l’attività può essere scomoda. Inoltre, richiede un impegno di almeno 4 ore al giorno per molti mesi, senza contare i periodi iniziali di applicazione e rimozione per la maggior parte degli utenti che vedono i risultati).

Se vuoi approfondire con ulteriori ricerche il sito PoliclinicoNews.it offre una selezione di prodotti per allungare il pene che potrai acquistare sul sito qualora li volessi provare.

La chirurgia è rischiosa e potrebbe non funzionare

Le ricerche sulle procedure chirurgiche per l’allungamento e l’ispessimento del pene hanno dato risultati contrastanti.

Alcuni chirurghi sostengono che i loro metodi possono aumentare la lunghezza e la circonferenza del pene di un uomo di almeno un centimetro, ma non è sempre così. Infatti, molti uomini che si sono sottoposti a questi interventi riferiscono di essere rimasti insoddisfatti dei risultati ottenuti e non li consiglierebbero ad altri.

Nel migliore dei casi, l’intervento può dare un leggero aumento della circonferenza del pene. Oppure l’intervento può aggiungere un leggero aspetto di maggiore lunghezza al pene non eretto. Ma non cambia la lunghezza effettiva del pene. Nel peggiore dei casi, l’intervento può causare complicazioni come infezioni, cicatrici e perdita di sensibilità o funzionalità.

La necessità di un intervento chirurgico di ingrandimento del pene è rara. L’intervento è tipicamente riservato agli uomini il cui pene non funziona a causa di un problema presente alla nascita come spiega il sito Msdmanuals.com, in questa pagina sulle infiammazioni del pene.

Alcuni chirurghi offrono l’ingrandimento cosmetico del pene utilizzando diverse tecniche. Tuttavia, si tratta di un intervento controverso e considerato da molti esperti non necessario. E in alcuni casi può essere permanentemente dannoso. Questi interventi devono essere considerati sperimentali. Non ci sono abbastanza studi sulla chirurgia di ingrandimento del pene per fornire un quadro preciso dei rischi e dei benefici.