Insegne pubblicitarie per negozi: guida alla scelta

Nel momento stesso in cui si decide di voler intraprendere un percorso imprenditoriale aprendo un negozio di qualsiasi natura, il primo passo da compiere è quello di occuparsi delle insegne pubblicitarie. Dall’esterno può sembrare un processo semplice e poco articolato; tuttavia il mondo delle insegne luminose (l’uso di insegne a luce indiretta infatti è molto raro) è un mondo complesso: per semplificare il processo di scelta, possono essere utili dei semplici consigli, i quali verranno esaminati nel corso di quest’articolo, scritto in collaborazione con il team di bresciainsegne.com, azienda specializzata nella realizzazione di insegne a Brescia.

Tipologie di insegne pubblicitarie più in voga

In commercio esistono molte tipologie di insegne luminose e il loro campo d’utilizzo dipende dal tipo d’impiego che ne si vuole fare, oltre che al tipo di materiale con cui sono state realizzate.
La distinzione principale avviene tra le insegne sagomate e quelle a cassonetto. Quest’ultime, vengono generalmente costruite con un parallelepipedo realizzato in lamiera, la cui parte frontale è retroilluminata da pannelli al neon o, nelle versioni più recenti, da favolosi modelli di insegne a LED.

Queste insegne pubblicitarie sono le più semplici e sono l’ideale per essere installate sopra alle vetrine dei negozi, sia all’esterno, che all’interno dei medesimi. Invece, le insegne luminose vengono sempre realizzate sotto forma di cassonetto, però, a differenza delle altre, possono prendere le forme più disparate e differenziate, in base a ciò di cui l’azienda si occupa. Generalmente, vengono prodotte con un cassonetto in plexiglas o in alluminio, anche se il materiale può variare in base all’utilizzo finale della stessa.

Insegne pubblicitarie a luce diretta o indiretta, retroilluminate e traforate

A differenza di quella precedente, questa distinzione è leggermente più tecnica e quindi più adatta agli addetti ai lavori. Ovviamente, questa differenziazione può essere effettuata solamente sulle insegne luminose e avviene in questo modo: se l’insegna si illumina, tramite moduli di lampade luminose, di luce propria, essa viene definita insegna a luce diretta, altrimenti, a luce indiretta, le quali necessitano di una fonte di luce esterna.
Per quanto riguarda le insegne pubblicitarie retroilluminate, invece, esse vengono fissate, tramite appositi distanziali, a circa 10 centimetri dal muro e, successivamente, sotto alle stesse vengono posizionate delle strisce a led, le quali hanno il compito di proiettare la luce, bianca o colorata che sia. Così facendo, si andrebbe a creare un fantastico effetto di luci, che renderebbero unici i vostri negozi.

Infine, come ultima sotto categoria, abbiamo le insegne luminose traforate. Anch’esse sono molto luminose e, ciò che le contraddistingue da quelle precedentemente analizzate, è che esse possono montare un pannello d’alluminio traforato (con forme a piacimento, anche stampato tramite stampa digitale), sulla parte frontale del cassonetto. In questo modo, la luce, uscendo dall’aperture del pannello, creerà uno splendido effetto ottico.

Come scegliere la giusta insegna pubblicitaria

Dopo aver doverosamente distinto le varie insegne pubblicitarie nei sottogruppi, è giunto il momento di fornire 4 consigli per sceglierle nel migliore dei modi, in modo da non commettere errori durante questo delicato processo:

  1. Individuare il target dei futuri potenziali clienti: prima di scegliere le insegne luminose (a luce diretta o indiretta) da installare nel proprio negozio, è doveroso “conoscere” i propri clienti, in modo tale da comprarne una in grado d’attirare una specifica nicchia di persone.
  2. Analizzare la concorrenza: svolgere un’attenta analisi delle attività concorrenti è sicuramente un ottimo punto da cui partire, in maniera tale da potersi creare un proprio stile e differenziarsi dalla massa. Ovviamente non bisogna copiare gli stili altrui, ma può essere un ottima occasione per poter prendere spunto;
  3. Messaggio semplice e riconoscibile: è inutile installare un’insegna pubblicitaria con messaggi lunghi e font molto difficili da leggere. Anzi, è bene studiare un testo che sia breve e facile da ricordare per i futuri clienti, cosicché essi abbiano più difficoltà a dimenticarsi del tuo negozio. Non occorre avere fretta: meglio prendersi più tempo, che pentirsi delle scelte fatte in un prossimo futuro;
  4. Considerare la geolocalizzazione: infine, è bene dare un’occhiata anche alla posizione del negozio, in modo tale da poter definire uno stile anche in base all’ambiente circostante. È inutile installare un’insegna luminosa visibilissima in un centro storico, in quanto, in questo caso, sarebbe meglio preferirne una con uno stile e/o design leggermente più all’antica.Inizio modulo