Una qualsiasi attività di business non può prescindere da un piano marketing, ovvero, un piano operativo che consente di mettere in ordine tutti gli step per una strategia efficace. Ovviamente il piano di marketing deve essere ben costruito, diversamente non sarà efficace e non apporterà alcun beneficio all’azienda. Vediamo allora quali accorgimenti dobbiamo mettere in atto per pianificare tutte le attività in modo congruo ed efficiente.

Piando di marketing, perché è importante

Abbiamo iniziato a dirlo prima, senza un’organizzazione non si può minimamente immaginare di crescere e di raggiungere gli obiettivi che si desiderano. Fondamentalmente, quindi, il piano di marketing serve per descrivere la pianificazione e tutte le strategie, nonché le attività prettamente operative, che verranno utilizzate dall’azienda per raggiungere gli obiettivi individuati.

La finalità di questo documento è quindi quella di mettere ordine, ovvero, coordinare ogni attività in modo da poterla poi monitorare e verificare che stia ottenendo il risultato desiderato, in caso contrario si cambia strategia. Quindi si tratta di uno strumento che è al contempo strategico e operativo, traduce quindi quello che è stato messo sulla carta in azioni concrete.

Come si stila un piano di marketing

Ovviamente non è che ci si siede alla scrivania e ci si mette a scrivere, prima di scrivere un piano di marketing bisogna farsi alcune domande e cercare una risposta.

Serve sapere qual è il nostro business di riferimento, quindi in che mercato stiamo operando e se vogliamo continuare in quella direzione.

Dobbiamo avere un’idea quanto più dettagliata possibile di quale sia il nostro target di riferimento e, infine, dobbiamo capire perché gli altri dovrebbero preferire noi ai nostri concorrenti.

Se riusciremo a stilare un piano di marketing ben fatto, risparmieremo tante risorse sia in denaro che in tempo. Definita quindi la value position della nostra azienda e la mission, andiamo a pianificare.

Gli step per un piano di marketing efficace

#1. Analizzare la situazione iniziale e il contesto

In primo luogo dobbiamo avere un’idea esaustiva del contesto in cui stiamo operando, quindi dobbiamo capire quali sono i nostri punti di forza, quali quelli di debolezza. Mediante l’analisi SWOT possiamo avere un quadro esaustivo sia dello scenario interno che di quello esterno, quindi eventuali competitor, abitudini del target.

#2. Definire gli obiettivi

Una volta individuati tutti i punti descritti prima, dobbiamo passare alla definizione degli obiettivi. Questi devono essere quantificabili, misurabili, concreti e coerenti con la mission, devono avere una gerarchia che indichi quali sono quelli prioritari e quelli secondari, ma soprattutto devono essere raggiungibili e realistici, va bene puntare in alto, ma senza perdere di vista la fattibilità delle cose.

#3. Identificare il target

Una volta che sappiamo cosa vogliamo dobbiamo anche sapere da chi lo vogliamo. Qual è il nostro target di riferimento? Non possiamo andare alla cieca, per formulare delle strategie dobbiamo sapere a chi ci stiamo rivolgendo. In questo senso sono utili le buyer personas, dei prospect fittizi che rappresentano il nostro target di rifermento.

#4. Pianificare la strategia

Se gli obiettivi e il target sono stati definiti in modo esaustivo, si può passare alla strategia, tenendo in considerazione eventuali criticità come il fatto che il marketing, soprattutto digitale, è sempre più complicato, quindi le vecchie strategie non vanno più bene e bisogna metterne in campo di nuove.

#5. Controllare i risultati

Misurare i risultati raggiunti è vitale. Solo con un’analisi dei dati raccolti si può capire cosa sta funzionando e cosa, invece, dovrà essere rivisto. Stabiliamo quindi i KPI aziendali nel modo più preciso possibile così da dover faticare meno quando si dovranno valutare gli effetti delle nostre strategie.

Infine, il piano di marketing non si fa da soli nell’intimità della propria stanzetta, c’è bisogno della collaborazione di tutto il team marketing, e magari anche del team comunicazione e sales, in modo da avere una visione quanto più ampia possibile.

Posted in: Web