La Svizzera italiana finisce le cassette di sicurezza

//   23 agosto 2011   // 2 Commenti

Cassette di sicurezza bancarie 300x228Si salvi chi può. Il rimpatrio dei capitali italiani dalla Svizzera,  i 63 miliardi emersi con lo scudo-ter (ma solo 27 rimpatriati fisicamente, gli altri solo giuridicamente), è durato lo spazio di una stagione. I risparmiatori non hanno nemmeno atteso la scure della manovra finanziaria, tra nuove tasse e una paventata patrimoniale, per riportare il proprio denaro ‘al sicuro’. Al riparo delle cassette di sicurezza della Svizzera italiana, che nel giro di pochi mesi hanno registrato il “tutto esaurito”.

Provate a far un giro di telefonate nelle banche del Canton Ticino e scoprirete la portata di un fenomeno di cui, per ovvie ragioni, non vengono forniti dati statistici certi. Alla Banca Popolare di Lugano vi risponderanno così: “Spiacente, qui le cassette sono esaurite. Però se si rivolge alla sede centrale di Lugano forse le trovano qualcosa”. Nei piccoli centri non va meglio. Quindici chilometri più a sud, nei paesini della Valle di Muggio che degrada verso il Comasco, l’impiegata della banca locale è ancora più esplicita: “Per aprire un conto non c’è problema, ma cassette di sicurezza sono disponibili solo quelle grandi, costano di più ma ci può mettere anche le scatole di gioielli. Sa, da qualche mese è ripreso, e tanto, il movimento di italiani, tutti vogliono una cassetta”. E chiedono le cassette piccole, le cosiddette small, perché la gente non si fida più della tecnologia e si sente tracciata. Oggi nessuno depositerebbe un solo euro con il valore di cambio con il franco alla pari, così si immagazzina il contante in attesa di tempi migliori, perché chi aveva investito, anche su questa piazza, sta scontando le turbolenze dei mercati. Insomma, le cassette di sicurezza servono a questo, ad attendere giorni migliori, e il ritorno dell’espatrio di capitali ‘in contanti’ e ‘in proprio’ ricorda e ricalca quello degli anni ’70, il decennio della crisi petrolifera e delle manette alla frontiera.


Articoli simili:

2 COMMENTS

  1. Pingback: The Chinese Don’t Want Greek Bonds | Points and Figures

  2. Pingback: Universul ! Ia Universul ! | tre3i

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *