matrimonio-in-famiglia-come-vestire-il-padre-della sposa

Nella frenesia dell’organizzazione di un matrimonio non ci si può dimenticare dell’outfit del papà della sposa! Ecco quali sono le regole del galateo per questo invitato tanto importante.

Parola d’ordine: uniformità

L’abito del papà della sposa -e dello sposo- seguirà con uniformità le scelte prese per il futuro marito. Insieme ai suoceri saranno vestiti con lo stesso stile anche gli zii, i testimoni e tutti gli invitati più prossimi. Se volete che venga rispettato questo canone, non mancate di segnalarlo sulle partecipazioni.

L’uniformità degli outfit si esprimerà anche e soprattutto con il fiore all’occhiello: obbligatorio per papà, sposo e testimoni!

Un’unica eccezione per l’uniformità: anche se lo sposo indosserà un abito slim fit, per i papà degli sposi sarà meglio evitare questa foggia. Passiamo oltre anche sul gilet, se il papà non è molto in forma o è leggermente sovrappeso: giacca e camicia lo sfineranno maggiormente e lo faranno sembrare molto più prestante e a proprio agio!

I colori

I colori più versatili e apprezzati per queste cerimonie sono, ovviamente, il nero (per matrimoni serali), il grigio acciaio o scuro e il blu scuro.

La stoffa

Adattate la scelta della stoffa alla stagione di riferimento per la cerimonia: lana in inverno, fresco di lana in autunno e primavera, lino in estate.

Gli accessori

Dopo aver scelto l’abito, rigorosamente di sartoria per poterlo personalizzare e farlo cadere con assoluta precisione, passate alla scelta degli accessori:

  • Scarpe: comode, lucide e in tono con l’outfit
  • Cintura: abbinata alle scarpe
  • Camicia: bianca o azzurro chiarissimo, di ottima fattura e con le maniche lunghe appena da mostrare il polsino
  • Cravatta: rigorosamente di seta e opportunamente abbinata alla pochette, se la sceglierete
  • Gemelli: classici e raffinati conferiscono un tocco in più a tutto l’outfit. Se gli invitati sono giovani scegliete un modello ironico e giocoso; altrimenti, optate per scelte più tradizionali.

E la mamma?

Ecco qualche regola anche per la mamma degli sposi:

  • La lunghezza dell’abito sarà sotto al ginocchio per matrimoni diurni e a terra per quelli serali. Lo strascico è concesso solamente alla sposa.
  • Il tessuto è prezioso, leggero o strutturato, ma di classe e raffinato.
  • Si indossano le calze anche in estate.
  • Le scarpe sono in tessuto, con un tacco medio: né a stiletto, né rasoterra.
  • Le spalle vanno coperte in chiesa, e se le braccia non sono più molto toniche è meglio scegliere un modello con una piccola manica, anche velata.
  • Banditi i colori troppo squillanti (fucsia, rosso), il bianco e il nero. Apprezzatissimi invece tutti i blu, i verdi, gli azzurri, i rosa delicati.
  • Se l’invito richiede il frac, alla mamma della sposa sarà richiesto il cappello, la veletta o il fascinator. E se lo mette la mamma della sposa, dovranno metterlo anche tutte le altre invitate! Il cappello si usa solo per i matrimoni diurni e si tiene fino al tramonto.