Tessuto non tessuto: le applicazioni di un materiale ancora poco conosciuto

Si sente sempre più spesso parlare di TNT, ovvero di tessuto non tessuto, ma in pochi hanno ben compreso quello che si nasconde dietro questa sigla e le applicazioni che questo materiale ha nella vita quotidiana.

Per tranquillizzare i lettori, è importante dire subito che non si tratta di nulla di strano, ma che anzi il tessuto non tessuto è molto più presente nella nostra vita di quanto si possa soltanto immaginare.

Il tessuto non tessuto, infatti, è un materiale che ricorda un tessuto tradizionale ottenuto da fibre naturali, ma che è prodotto con procedimenti completamente differenti.

I tessuti tradizionali sono composti dalle fibre secondo un sistema di trama e ordito, mentre nel TNT le fibre sono unite in maniera meccanica attraverso processi termici o con adesivi.

Questo permette al tessuto non tessuto di avere alcune caratteristiche ben precise rispetto ai tessuti di origine vegetali come, ad esempio, una più alta resistenza alle alte temperature e di essere idrorepellente.

Caratteristiche che, unite al fatto di essere molto morbido e non abrasivo, lo rendono ideale per essere utilizzato nei settori più disparati.

Di seguito alcuni dei settori dove il tessuto non tessuto, da diverso tempo, trova largo impiego sia per la realizzazione di prodotti destinati a durare nel tempo che monouso.

Clicca qui per ordinare subito il prodotto in tessuto non tessuto di cui hai bisogno, godendo di tutti i servizi di un e-commerce tradizionale come rapidi tempi di consegna e pagamenti sicuri.

Applicazioni del tessuto non tessuto

Le caratteristiche uniche del tessuto non tessuto gli hanno permesso di essere ormai utilizzato in numerosi settori molto diversi tra loro.

Il TNT è apprezzato e preferito ad altri materiali per la sua resistenza al calore e per il fatto di essere idrorepellente, a differenza di tessuti come il cotone.

Il tessuto non tessuto non trova però impiego solo nell’abbigliamento, ma anche in altri settori.

Arredamento

Il TNT è una componente sempre più presente all’interno di oggetti d’arredamento come poltrone, sedie e divani. Anche le carte da parati contengono una parte di tessuto non tessuto al loro interno.

Agricoltura

Una delle massime applicazioni del TNT è per la creazione di teli di protezione per frutta, ortaggi e piante presenti all’interno delle serre, soprattutto per quanto riguarda le coltivazioni di tipo biologico.

Oltre a favorire la crescita di semi e ortaggi, è fondamentale anche per impedire il proliferare delle erbe infestanti che possono compromettere il raccolto.

I teli in TNT proteggono le piante sia dagli agenti atmosferici, grazie alla sua capacità di resistere al caldo e all’acqua, ma anche da insetti e volatili.

Abbigliamento medico

Il TNT è apprezzato per la realizzazione di prodotti monouso che garantiscono il massimo livello di igiene e di sicurezza, soprattutto in ambito medico.

Molti strumenti che servono quotidianamente a pazienti, dottori e infermieri come mascherine, cuffie e copriscarpe sono ormai prodotti in tessuto non tessuto.

Uso quotidiano

Capita sempre più spesso di imbattersi in oggetti di uso quotidiano realizzati in TNT. Tra quelli più comuni ci sono senza dubbio le shoppers da utilizzare sia per la spesa che per contenere oggetti vari come giornali o riviste.

In conclusione, il TNT rappresenta ormai una certezza nella produzione di oggetti di uso comune e per altri che hanno un grande impatto, ad esempio, in agricoltura e nel settore medico.

La grande duttilità e le sue caratteristiche ben definite lo rendono uno dei materiali che, negli anni a venire, troveranno indubbiamente sempre più impiego in numerosi settori.