World Malaria Day & Medici con l’Africa Cuamm

//   23 aprile 2016   // 0 Commenti

 

download2 300x116Nel 2016 in Africa una delle malattie più diffuse tra gli adulti e una delle maggiori cause di morte per i bambini, è la malaria. Questa parassitosi costituisce il 30% dei ricoveri in ben 16 ospedali africani dove è presente Medici con l’Africa Cuamm, la prima Ong in campo sanitario riconosciuta in Italia e la più grande organizzazione italiana per la promozione e la tutela della salute delle popolazioni africane.

Il 2015 ha visto il ricovero di ben 20.000 pazienti per malaria e 89.000, un numero ancora maggiore,  sono invece le persone curate in ambulatorio.  Per quanto riguarda i ricoveri il Responsabile del settore progetti di Medici con l’Africa Cuamm, Fabio Manenti, dichiara:

«I ricoveri per malaria riguardano solo i casi più gravi quelli per esempio di bambini che, non avendo sviluppato nel tempo una resistenza alla malattia, una volta punti dalla zanzara anofele, responsabile della trasmissione, sviluppano complicanze come la malaria cerebrale o l’anemia grave, che devono essere trattate con iniezioni e trasfusioni, per evitare la morte. Ci sono poi le persone ammalate non ricoverate, che sono o potrebbero essere curate attraverso la semplice terapia orale».

L’ostacolo più grande oggi rimane garantire l’accesso alle terapie, per tutte le persone ammalate che vivono in tutte quelle zone rurali e isolate e che sono spesso anche quelle più colpite. Fondamentale è lavorare sulla prevenzione, l’uso di semplici misure: zanzariere, repellenti e campagne di disinfestazione possono contribuire ad abbattere questo male perché bisogna ricordare che Curare la malaria si può.  

Il 25 aprile, oltre la Festa della Liberazione per l’Italia, si celebra anche il World Malaria Day un modo per mantenere sempre accesa la luce su questa terribile malattia, seppur nel nostro Paese il problema è stato superato già nel 1970, in molti Stati (in particolare dell’Africa subsahariana) continua ad uccidere ed è quindi un dovere di tutti sostenere l’eliminazione di questa malattia; esiste tra gli altri il Fondo Globale per la lotta a malaria, tubercolosi e Aids e l’Italia è stata tra i promotori dell’istituzione ed è tra i suoi maggiori otto finanziatori pubblici.

Medici con l’Africa Cuamm nata nel 1950 è una delle più determinanti realtà che lotta per abbattere la malaria, realizza progetti a lungo termine in un’ottica di sviluppo mira a garantire servizi di qualità accessibili a tutti.  Oggi Medici con l’Africa Cuamm è impegnato in 7 paesi dell’Africa sub-Sahariana (Angola, Etiopia, Mozambico, Sierra Leone, Sud Sudan, Tanzania, Uganda) con 180 operatori, 42 progetti di cooperazione principali e un centinaio di micro-realizzazioni di supporto; appoggia 16 ospedali, 34 distretti (per attività di sanità pubblica, assistenza materno-infantile, lotta all’Aids, tubercolosi e malaria, formazione), 3 scuole infermieri e 1 università.

 


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *