Vicenza, al via il Festival Concertistico Internazionale degli organi storici

//   10 agosto 2011   // 0 Commenti

organi 300x224E’ la chiesa parrocchiale di Marana di Crespadoro ad inaugurare, secondo tradizione, il Festival Concertistico Internazionale degli organi storici del vicentino nel giorno di ferragosto.
All’organo G.B. Zordan del 1879 si esibirà, a partire dalle 20.30, Federica Iannella, organista titolare della chiesa di Santa Maria della Neve a Senigallia.
Bisognerà poi attendere fino al 9 settembre per il secondo appuntamento di un Festival che si protrarrà per tutto l’autunno, fino al 20 novembre, per un totale di 23 concerti nelle chiese di tutto il territorio provinciale.
Siamo alla quattordicesima edizione –afferma soddisfatto il direttore artistico Enrico Zanovello- nel segno della continuità al progetto iniziale, cioè riscoprire l’organo antico come soggetto principe di un excursus nelle località del nostro territorio e di un percorso nella musica dei secoli.”
L’organo è uno strumento musicale nobile e popolare allo stesso tempo, utilizzato spesso in modo molto parziale nella liturgia, ma dalle grandi potenzialità. Il vicentino, poi, ha una lunga tradizione di costruttori d’organo, dallo scledense De Lorenzi alla famiglia Zordan, che hanno esportato in tutto il mondo le loro opere, ma che nel settecento e nell’ottocento hanno anche impreziosito tante chiese vicentine con strumenti che oggi si possono ammirare oltre che ascoltare.

E’ una felice coincidenza –aggiunge Zanovello- che Vicenza sia anche la culla di gruppi corali fra i più quotati in ambito nazionale ed europeo. Nella sola provincia se ne contano oltre cento. Inevitabile, quindi, renderli protagonisti, al pari dell’organo, di questa rassegna che contrariamente al passato abbiamo definito concertistica e non più solamente organistica.
La formula di integrare il concerto organistico con l’intervento corale permette di proporre grandi pagine di musica e di avvicinare ai concerti d’organi non solo cultori ed appassionati, ma anche semplici curiosi e amanti della buona musica.

L’edizione di quest’anno vedrà quindi avvicendarsi solisti all’organo, gruppi corali e compagini strumentali come l’orchestra barocca Archicembalo Ensemble impegnata nella splendida “Ode per il giorno di Santa Cecilia” di Hendel per soli, coro e orchestra (domenica 9 ottobre a Lisiera e sabato 5 novembre a Bevadoro di Campodoro), ma anche i Cantori di Santomio, il coro Andrea Palladio, l’Ensemble d’Archi Patavino.
Appuntamento speciale venerdì 7 ottobre a Torri di Quartesolo per l’inaugurazione dell’organo Franz Zanin ad opera del maestro Enrico Zanovello.

“Da quattordici anni –conclude l’assessore alla cultura della Provincia Martino Bonotto- sosteniamo il Festival degli organi storici, quale preziosa opportunità non solo per valorizzare il patrimonio organistico vicentino, ma anche per ascoltare buona musica.
Informazioni su www.archicembalo.com

Programma

Lunedì 15 agosto ore 20.30
Marana di Crespadoro – Chiesa parrocchiale
Federica Iannella (organo)

Venerdì 9 settembre ore 20.45
Alettone – chiesa parrocchiale
Coro I Cantori di Santomio e Stefano Rattini (organo)

Domenica 11 settembre ore 18.30
Rozzampia di Thiene – chiesa parrocchiale
Coro Polifonico di Giavenale e Carlo Barbierato (organo)

Domenica 18 settembre ore 18
Pieve di S. Eusebio Bassano del Grappa
Coro I Polifonici Vicentini e Giovanni Feltrin (organo)

Domenica 25 settembre ore 18
Longare – chiesa parrocchiale
Coro polifonico Amici della Musica e Elisa Teglia (organo)

Giovedì 29 settembre ore 20.45
Vicenza – chiesa San Michele ai servi
Gabriel Marghieri (organo)

Domenica 2 ottobre ore 20.45
Grancona – chiesa parrocchiale
Coro Vita Nova, Stefano Antonello (violino) e Enrico Zanovello (organo)

Venerdì 7 ottobre ore 20.45
Torri di Quartesolo – chiesa parrocchiale
Enrico Zanovello (organo)

Sabato 8 ottobre ore 20.45
Fontaniva – chiesa parrocchiale
Michele Santi (tromba) e Giulio Mercati (organo)

Domenica 9 ottobre ore 20.45
Lisiera – chiesa parrocchiale
Coro Andrea Palladio, orchestra Archicembalo Ensemble, Nicola Lamon (organo)

Venerdì 14 ottobre ore 20.45
Rettorgole di Caldogno – chiesa parrocchiale
Ensemble d’Archi Patavino e Amarilli Voltolina (organo)

Sabato 15 ottobre ore 16
Vicenza – chiesa San Giuliano
Orchestra di fiati Elkom Ensemble e Fabio Ciofini (organo)

Sabato 15 ottobre ore 20.45
Grantorto – chiesa parrocchiale
Coro Ensemble La Rose e Fabio Ciofini (organo)

Sabato 15 ottobre ore 20.45
Campiglia dei Berici – chiesa parrocchiale
Coro polifonico Città di Rovigo e Fabio Macera (organo)

Domenica 16 ottobre ore 18
Marostica – chiesa di S. Antonio Abate
Giancarlo Parodi (organo)

Sabato 22 ottobre ore 20.45
Campodoro – chiesa parrocchiale
Nadia Caristi (soprano), Paolo Costa (Alto) e Giovanni Feltrin (organo)
Domenica 23 ottobre ore 18
Molvena – chiesa parrocchiale
Coro cantoria Sine Nomine e Lorenzo Fragassi (organo)

Venerdì 28 ottobre ore 20.45
Cittadella – Duomo
Roland Muhr (organo)

Sabato 29 ottobre ore 20.30
Mason vicentino – chiesa parrocchiale
Coro Magnificat e Paolo Bougeat (organo)

Sabato 5 novembre ore 20.45
Bevadoro di Campodoro – chiesa parrocchiale
Coro Andrea Palladio, orchestra Archicembalo Ensemble e Nicola Lamon (organo)

Domenica 6 novembre ore 20.45
Vicenza – chiesa S. Gaetano
Coro Andrea Palladio, orchestra Archicembalo Ensemble e Nicola Lamon (organo)

Sabato 19 novembre ore 20.45
San Vito di Bassano del Grappa
Coro Giovani Voci di Bassano e Donato Cuzzato (organo)

Domenica 20 novembre ore 20.45
Quinto Vicentino – chiesa parrocchiale
Coro Andrea Palladio, orchestra Archicembalo Ensemble e Nicola Lamon (organo)


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *