Wi fi gratuito nel centro storico di Bagno di Romagna

//   13 agosto 2011   // 1 Commento

Free WiFi Zone 300x230La connessione numero uno avverrà lunedì, giorno di ferragosto, di fronte al Palazzo del Capitano di Bagno di Romagna. Alla presenza dei rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, partirà ufficialmente il collegamento internet wifi di Bagno di Romagna, un servizio promosso dal Comune con la collaborazione dei tre centri termali (Sant’Agnese, Terme Roseo ed Euroterme) e con il coinvolgimento, appena sollecitato, degli altri operatori turistici della cittadina. Il collegamento wifi, reso possibile grazie alla tecnologia di Comitel e CesenaNet, coprirà tutta via Fiorentina, piazza Ricasoli, il cortile di Palazzo del Capitano e l’attigua biblioteca, dove, negli orari di apertura (dal lunedì al venerdì, dalle 14 alle 18) sarà disponibile anche una postazione fissa (a breve ne saranno attivate anche altre due).

Il servizio sarà disponibile gratuitamente a tutti i giorni 24 ore su 24, previa una semplice procedura di autenticazione che sarà interamente completabile online connettendosi al sito www.bagnowifi.it e compilando i campi dell’apposita scheda di registrazione. Solo un piccolo lavoro in più per i cittadini stranieri che, in ottemperanza alla normativa vigente, dovranno completare la loro registrazione presentando un documento di identità presso l’ufficio Informazioni accoglienza turistica e la biblioteca di Palazzo del Capitano.

“Il collegamento wifi gratuito a Bagno di Romagna – spiega il Sindaco Lorenzo Spignoli – è nato, in prima battuta, per rispondere alle esigenze dei turisti, che, sempre più numerosi, manifestavano la necessità di un collegamento a Internet per restare in contatto con i rispettivi familiari o per proseguire anche in vacanza le attività di social networking che fanno ormai parte della loro quotidianità. Partendo da questa esigenza, grazie alla tecnologia sviluppata da Comitel e CesenaNet e al contributo delle Tre Terme, abbiamo però a disposizione un modello pronto per essere esteso agli altri centri del nostro territorio. Siamo dunque pronti al confronto con gli operatori economici per pensare assieme alla copertura di nuove aree”.


Articoli simili:

1 COMMENT

  1. By Alessandro venturi, 21 agosto 2017

    Ottima idea innovativa

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *