Barcellona-Milan 2-2, i rossoneri escono indenni dal Camp Nou

//   14 settembre 2011   // 0 Commenti

03

Colpaccio del Milan che strappa un pareggio al Camp Nou contro la squadra più forte del mondo. I rossoneri esordiscono dunque con un risultato positivo nella Champions League 2011/2012. La gioia è grande se si considera che il pareggio di Thiago Silvia è arrivato dopo un’ora di dominio blaugrana, espresso come al solito con tanto possesso palla e giocate individuali.

La fase iniziale sorride al Milan. Pato, dopo solo un minuto di gioco, con uno scatto fulmineo passa tra i due centrali del Barca, Busquets e Mascherano (Piqué è indisponibile e Pujol in panchina) e fredda Valdes con un tiro rasoterra.

Il Barcellona reagisce con un possesso palla estenuante che comincia a portare i suoi frutti solo dopo 10 minuti. E’ Messi a dare il via all’assedio: al 13′ salta Boateng e arriva alla conclusione angolata; Abbiati c’è e devia in calcio d’angolo.

Al 16′ c’è spazio per una bell’azione di contropiede del Milan. Messi perde palla e Cassano può lanciare Boateng che però, rincorso dai difensori avversari, si allunga la palla e calcia alto sopra la traversa.

Al 19′ riprende l’offensiva blaugrana: Messi (sempre lui) su punizione colpisce il palo alla sinistra di Abbiati. Da quel momento in poi il Milan si chiude, arretra il baricentro e il Barcellona cincischia con un possesso palla bello da vedere ma sterile. La Pulce cerca di fare breccia nella difesa milanista con giocate individuali, la più pericolosa arriva al 32′ (entra in area superando i difensori ma calcia debole su Abbiati) ma soprattutto al 35′: il gioiello argentino dribbla Nesta e Abbate e serve rasoterra Pedro sull’altro palo, lo spagnolo insacca praticamente a porta vuota. E’ 1-1.

Prima dell’intervallo c’è tempo per un altro brivido: Xavi tenta la conclusione da fuori area, mira all’incrocio dei pali ma Abbiati vola e respinge in angolo.

Il secondo tempo riprende dov’era iniziato, ma il 2 a 1 bluagrana arriva su palla inattiva. Punizione da 25 metri e Villa disegna una parabola imprendibile che scavalca la barriera e sorprende Abbiati.

Da questo momento sale in cattedra Nesta: è proprio il difensore romano a togliere spesso le castagne dal fuoco: al 54′ Messi fa incetta di milanisti ma il 35enne difensore si distende in tackle senza commettere fallo e gli toglie la palla dai piedi.

La mezz’ora successiva vede come protagonisti i mille passaggi corti e orizzantali dei giocatori del Barcellona, le ripartenze lente e impacciate dei rossoneri e tanta noia. Il miracolo arriva al 92′: calcio d’angolo per il Milan, calcia Seedorf e Thiago Silva stacca e insacca di testa.

E’ il colpo, finale, del due pari. Il Milan ha sofferto ma è stato ricompensato per la tenacia con cui ha chiuso ogni varco alle stelle blaugrana. Il Barcellona se la può prendere solo con se stesso: piacersi troppo, fuori dalla Liga, può voler dire perdere punti preziosi.

BARCELLONA (4-3-3): Victor Valdes, Dani Alves, Mascherano, Busquets, Abidal, Xavi, Keita (21′ st Puyol), Iniesta (39′ pt Fabregas), Pedro, Messi, Villa (41′ st Afellay).  All.: Pep Guardiola.

MILAN (4-3-1-2): Abbiati, Abate, Nesta, Thiago Silva, Zambrotta, Nocerino, Van Bommel (32′ st Aquilani), Seedorf, Boateng (33′ pt Ambrosini), Cassano (16′ st Emanuelson), Pato. All: Massimiliano Allegri.

Marcatori: nel pt al 1′ Pato, al 36′ Pedro; nel st al 5′ Villa, al 47′ Thiago Silva.

Ammoniti: Van Bommel, Villa, Dani Alves e Nesta per gioco falloso.

Espulsi: nessuno.


Tags:

barcellona

boateng

cassano

messi

milan

nesta

pato


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *