Addio vitalizi al Senato, ma dalla prossima legislatura e solo per i nuovi eletti

//   25 novembre 2011   // 0 Commenti

senato-

Assegni vitalizi addio, almeno per i senatori del futuro. Il Consiglio di presidenza di Palazzo Madama, con a capo Renato Schifani, ha deciso all’unanimità il superamento dell’attuale sistema che scatta dopo appena cinque anni di mandato. La novità, però, riguarderà solo i parlamentari eletti a partire dalla prossima legislatura. Non saranno dunque toccati i diritti acquisiti. 

E’ facile immaginare che una decisione analoga sarà presa, al più presto, anche dai colleghi della Camera (Fini si è già detto favorevole al taglio e l’ufficio di presidenza sta già lavorando alla proposta).

Il sistema attuale sarà sostituito da una forma di “pensione” che seguirà regole analoghe a quelle dei lavoratori, calcolate in base ai contributi versati. Spetterà in ogni caso ai due rami del Parlamento decidere insieme le modalità concrete per il calcolo della pensione e, probabilmente, la scelta sarà quella di adeguarsi al sistema contributivo, vigente per tutti i cittadini, lasciando la possibilità agli onorevoli di scegliere una pensione integrativa.

Si sono dichiarati a favore i rappresentanti di tutti i gruppi parlamentari. Ma non era possibile modificare anche il regime del vitalizio per i senatori ancora in carica o per gli ex, come buona parte dell’opinione pubblica auspicava?Giuridicamente non eravamo competenti“, risponde Benedetto Adragna, questore a Palazzo Madama eletto nelle liste del Pd, “si sarebbero intaccati diritti acquisiti. Comunque abbiamo dato un segnale, abbiamo avviato una serie di tagli che continueranno nei prossimi anni. Cerchiamo di essere in sintonia con il nuovo corso di sacrifici che dovrà affrontare il Paese“.

A cominciare dalla rubrica. Il consiglio di presidenza di palazzo Madama, infatti, su proposta di Benedetto Adragna (Pd) ha anche deciso di far sparire gli indirizzi e i numeri di telefono dall’agenda del 2012 del Senato. La scure sui costi della politica significherà anche questo: dal notes con i giorni dell’anno e i mesi che viene venduto a fine anno ai senatori sparirà il libricino annesso, fin’ora sempre distribuito. Sarà sostituito dall’indicazione di un sito internet sul quale, online, cercare quello di cui si ha bisogno senza far lievitare, di anno in anno, il prezzo.


Tags:

vitalizi parlamentari

vitalizi senatori

vitalizio politici


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *