Vademecum di settembre

//   7 settembre 2012   // 2 Commenti

uva fichi003 300x225• Oggi è sempre più difficile conciliare salute e portafoglio quindi per spendere meno attenti a non comprare prodotti spazzatura ricchi di calorie, ma poveri di valori nutrizionali: l’eccessiva offerta della società che pubblicizza in modo ammaliante gli alimenti ci fa cadere in trappola. Iniziamo a prediligere cibi freschi, di stagione, semplici e non confezionati. Seguiamo ciò che propone la dieta mediterranea: cereali preferibilmente integrali, legumi, verdure, pesce azzurro 3 volte a settimana, carne 1 volta a settimana (meglio se bianca), formaggio 2 volte a settimana, due uova 1 volta a settimana, 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, un cucchiaio di frutta secca al dì, pane (quantità moderata). La dieta mediterranea è ricca di alimenti con potere “nutriceutico” adatto ad evitare varie patologie causate dai disordini alimentari.

• Settembre è un mese particolare in quanto il rientro dalle vacanze e la ripresa lavorativa (o scolastica) ci mettono subito a dura prova e quindi dobbiamo avere tante energie a disposizione, allora perché non chiedere aiuto all’amico “fico” per il suo supporto energetico? E’ uno degli alberi da frutto più antichi. Già nel vecchio Testamento viene citato come simbolo di abbondanza e come medicamento.
Attenzione è un frutto molto calorico perciò è consigliabile consumarlo la mattina a colazione, magari insieme allo yogurt. Evitare comunque di consumare i fichi associati ai salumi perché in questo caso si avrà una bomba calorica notevole. Per depurare le vie urinarie, avere un effetto diuretico e mantenere la tonicità della pelle sfruttiamo anche le qualità della “regina nera”: l’uva. E’ ricca di sali minerali, vitamine A e B, proteine, acido folico. Importante per il miglioramento della stasi venoso-linfatica. E’ poi una miniera di resveratrolo, sostanza antiossidante.

• Il lavoro sedentario rappresenta sicuramente un problema per la linea, ma non solo, anche lavorare tante ore al computer stimola la fame. Recenti studi hanno osservato che il lavoro intellettuale comporta una destabilizzazione dei livelli di glucosio, carburante necessario alle nostre cellule in particolare a quelle del cervello, maggior consumatore di zucchero. Inoltre non dimentichiamo che mangiare di più e male potrebbe anche essere dovuto ad una componente psicologica: il cibo gratifica la mente. Perciò oltre alle indicazioni suindicate per vincere stanchezza, stress e qualche chilo in più è necessario attivare l’apparato locomotore. Ginnastica uguale a euforia, regala energia, scioglie lo stress. Meglio fare sport all’aria aperta perché con il sole si ottiene la formazione della vitamina D che, insieme al movimento, aiuta a fissare il calcio nelle ossa.

• Curare la propria immagine per la sfida contro il tempo ci dona armonia e autostima. Ma la voglia di fermare gli anni però non deve assumere toni esasperati ricorrendo subito al bisturi, anche in età giovanile! Ricordiamo che: “….. star bene nasce da dentro, dall’equilibrio del corpo e della mente….” (G. Groddeck 1866-1934, medico). Alcune accortezze possono essere:
1) alimentazione sana ed equilibrata: se si mangia male la pelle diventa opaca e invecchia prima.
2) Utilizzare cosmetici sicuri e naturali: ciò che applichiamo sulla pelle viene
assorbito dall’organismo come quello che mangiamo.
3) Regalarsi un massaggio estetico: “Il segreto della salute e della bellezza è la corretta circolazione dei fluidi vitali e l’eliminazione regolare dei materiali di rifiuto” (Harish Johari). La tradizione
ayurvedica considera il massaggio essenziale per conservare la buona salute e bellezza.
4) In questo mese possiamo ancora mantenere l’abbronzatura con una crema fluida per viso e corpo alle mandorle.
5) Anche il maquillage deve essere naturale. Bastano pochi tocchi per essere fascinosi! 6) Per una pelle tonica e luminosa agli uomini consiglio di usare l’acqua di fiordaliso al posto del dopobarba.

• Benessere fisico mentale: la mattina un bagno tonificante con infuso di rosmarino o delle gocce di olio essenziale di rosmarino (mescolato a un cucchiaino di miele e versato nella vasca da bagno con acqua calda) e la sera un bagno relax con infuso di camomilla e alcune gocce di olio essenziale di lavanda. Per chi non ha la vasca da bagno preparare un bricco di acqua calda con questi infusi e oli essenziali e provvedere al risciacquo finale, tamponando la pelle con una spugna ovviamente non sintetica. Asciugarsi delicatamente.

Giulia Zeroni – Consulente del benessere su misura

Economo Dietista – Dirigente di Comunità – Estetista
Viale Gramsci n. 19 – Firenze
Tel. 339-6098166
Sito web: www.giuliazeroni.it


Articoli simili:

2 COMMENTS

  1. By maria grazia, 23 agosto 2017

    articolo fantastico, leggendo il testo mi sono lasciata andare sognando ore di relax tra bagni caldi e massaggi come indicato dalla signora Giulia.
    Complimenti
    Maria Grazia

    Rispondi
  2. By sandro, 23 agosto 2017

    Bisognerebbe davvero prendersi qualche minuto di pace e tranquillità per purificare corpo e mente.
    Complimenti Sig.ra Giulia i suoi articoli è sempre un piacere leggerli….
    Sandro

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *