Il vaccino antinfluenzale non fa miracoli

//   3 gennaio 2012   // 0 Commenti

vaccino antinfluenzale1 300x220Il 30/40% delle persone vaccinate contrae comunque l’influenza. E’ quanto emerge dagli studi statistici che evidenziano come vaccinarsi contro l’influenza non escluda la possibilità di ammalarsi. L’arcano è presto spiegato: il vaccino viene prodotto prima dell’inizio della stagione influenzale, il che significa che il virus dell’influenza può non coincidere con quelli testati.
In Italia, come negli altri Paesi europei, la vaccinazione antinfluenzale e’ raccomandata per le persone di eta’ pari o superiore ai 65 anni, per le persone di tutte le eta’ con patologie croniche, e per determinate categorie professionali. Infatti, l’obiettivo della strategia vaccinale non e’ prevenire l’influenza nella popolazione generale, bensi’ di ridurre il rischio di complicanze e decessi, circa 8.000 l’anno, piu’ frequenti in determinate categorie, in particolare negli anziani. Che fare, dunque? Rivolgersi al proprio medico per valutare i pro e i contro della vaccinazione antinfluenzale.

di Pietro Mastrantoni – ADUC


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *