L’Uruguay alza al cielo la 15° Copa America

//   25 luglio 2011   // 1 Commento

uruguay vince copa america 2011

Buenos Aires – Per una volta la Nazionale più forte ha vinto. Era scritto, e stavolta non ci sono state sorprese: l’Uruguay si è sbarazzato senza difficoltà del Paraguay e ha vinto meritatamente l’edizione 2011 della Copa America, una delle più imprevedibili della storia. La Celeste ha trionfato senza patemi, con un 3-0 targato dai suoi due bomber Forlan (doppietta) e Suarez, e ha alzato al cielo la 15° Copa America della sua storia, diventando così la nazionale con più trofei continentali in bacheca staccando l’Argentina ferma a 14. Torna così al successo dopo 16 anni di digiuno l’Uruguay che, dopo dopo il 4° posto nei Mondiali sudafricani, si conferma come la miglior espressione di calcio sudamericano, alla faccia delle blasonate e patinate Argentina e Brasile, uscite ridimensionate dalla competizione continentale.

La Cronaca
Il leit motiv della finale è quello che ha accompagnato il percorso delle due rivali in questa Copa: Uruguay all’arrembaggio, Paraguay catenacciaro alla ricerca del guizzo giusto in contropiede. La Celeste, però, è determinata ad imporre subito il suo gioco, come dimostrano i tre calci d’angolo collezionati nei primi 5 minuti. Il vantaggio non tarda comunque ad arrivare: Luis Suarez vince un rimpallo, dribbla il suo marcatore e infila Villar. All’11′ la Celeste è già avanti e i piani della nazionale di Martino sono miserabilmente saltati. Il Paraguay è costretto ad offrire il fianco all’avversario, e prima barcolla (tre occasioni per Suarez, Forlan e Maxi Pereira) poi incassa il colpo del ko da Forlan (41′). I 20mila uruguaiani del Monumental e tutta Montevideo preparano già la champagne, e tremano soltanto quando Valdez centra la traversa (53′). Ma è solo un fuoco di paglia, nella ripresa l’Albiroja non crea mai seri pericoli dalle parti di Muslera, ed è ancora Forlan ad andare a segno siglando il 3-0 e dando inizio ai festeggiamenti. 16 anni dopo l’ultimo trionfo, l’Uruguay è campione di America per la 15° volta.


Tags:

forlan

paraguay

suarez

uruguay


Articoli simili:

1 COMMENT

  1. Pingback: Uruguay: Tabarez, la rivincita del maestro triste – Il Sole 24 Ore

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *