Uovo di Pasqua, prestare attenzione alla qualità del cioccolato

//   27 marzo 2012   // 0 Commenti

luovo di pasqua 300x200“In vista delle festività pasquali acquistiamo le uova di cioccolato prestando attenzione alla qualità!” E’ quanto suggerisce Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), che spiega: “spesso questi prodotti fungono da prodotti ‘civetta’ che vengono venduti a prezzi stracciati per portare il consumatore a comperare anche altro. Il consumatore deve farsi furbo e approfittarne, avendo però sempre cura di leggere le indicazioni contenute nell’etichetta”.

“In particolare -ricorda Massimiliano Dona- è importante controllare la data di scadenza del prodotto e la qualità del cioccolato: solo il ‘cioccolato puro’ non contiene oli tropicali o altri grassi vegetali; in caso contrario, in modo ben visibile e chiaramente leggibile, deve essere riportata la dicitura ‘contiene altri grassi vegetali oltre al burro di cacao’. Se poi l’etichetta riporta l’indicazione cioccolato ‘finissimo’ o ‘superiore’ -aggiunge il Segretario generale dell’UNC- il contenuto di cacao deve essere almeno il 43% , mentre se nell’elenco degli ingredienti è dichiarato ‘cioccolato comune’, la qualità è più scadente poiché il cacao è il 25% e l’uovo deve costare meno”.

“L’etichetta ci può fornire indicazioni utili anche sul prezzo adeguato del prodotto: considerato il contenuto in cacao della cioccolata (inferiore al 50%) e valutati i costi di produzione, di confezione e della sorpresa, un prezzo ragionevole -conclude Dona- dovrebbe aggirarsi intorno ai 30-40 euro al Kg”.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *