Un’altra notte al Meazza

//   29 settembre 2012   // 0 Commenti

int-fio

Dopo gli anticipi del sabato (Parma-Milan 1-1 e Juventus-Roma 4-1), riprende già alle 12:30 la 6° giornata di serie A: questa domenica completeranno il palinsesto altre 8 partite del campionato di calcio italiano. Il “lunch-game” vedrà il Genoa ospite al Friuli, mentre il posticipo serale (ore 20:45) sarà Inter-Fiorentina. Tutte le altre, ovviamente, inizieranno alle 15:00 di questa domenica, 30 settembre 2012.

Sarà un turno con pochi goal? Effettivamente il turno infrasettimanale appena conclusosi e le prossime partite di Coppa (previste giovedì per Napoli, Lazio, Udinese e Inter)…avvallerebbero questa mia teoria, staremo a vedere.

Vediamo quindi insieme i precedenti, le statistiche…ed alcuni consigli per scommettere.

UDINESE-GENOA:

Quando si scontrano friulani e rossoblu, spesso le partite finiscono in “over“, oggi a quota 1.90. L’anno scorso l’Udinese vinse in casa 2-0 (risultato oggi a quota 8.50), mentre 2 anni fa perse 0-1 (oggi quotato a 11.50!). L’Udinese, come avrete capito, parte oggi favorita, nonostante la deludente prestazione di Torino, mercoledì sera. Giovedì prossimo i bianconeri saranno impegnati in Europa League, con l’ostica trasferta prevista ad Anfield Road, sul campo del blasonato Liverpool! Di Natale, che non ha giocato un solo minuto contro il Toro, ha litigato con il c.t. Guidolin che, per compenso, non l’ha nemmeno convocato per la gara di stamattina. Il genoa ho rosicato un misero punto, strappato quasi al 90°, in casa contro il Parma, su calcio di rigore. Immobile e Borriello sono sempre pericolosi, ma credo che oggi pomeriggio il tifo di casa potrebbe fare la differenza: scelgo il segno “1″ (quota 1.85) ed i risultati 2-1 e 1-0 (rispettivamente quotati a 8 e a 7).

ATALANTA-TORINO:

I bookmakers non hanno dubbi: sarà questa la partita più noiosa del pomeriggio! L’under scende infatti a quota 1.55, a dimostrazione che sarà davvero difficile assistere ad un match pieno di goal…tuttavia, spulciando tra gli annali del calcio, si scopre come proprio queste due squadre abbiano spesso concluso i loro testa a testa segnando almeno un goal per parte. L’Atalanta parte favorita, ma solo per il solito fattore campo: quota 2.10 per i padroni di casa, quota 3.60 per il successo torinese. L’Atalanta ha giocato soltanto in difesa a Catania, trovando un insperato goal grazie allo svarione del portiere etneo, Andujar. Una volta raggiunta la meta, però, la squadra di Bergamo si è dimostrata incapace di gestire il vantaggio, incassando la rimonta del Catania (2-1). Il Torino ha giocato invece davvero bene, in casa contro l’Udinese. Soltanto i legni (colpiti 3 volte dai granata) hanno impedito il secondo successo stagionale. Non vedo così favorita l’Atalanta e, credendo che il pareggio possa accontentare entrambe, suggerisco l’ X2, a quota 1.65. Risultati esatti? 0-0 (quota 7) o 1-1 (quota 6).

BOLOGNA-CATANIA:

Pronostico in bilico, almeno per gli indecisi allibratori: stessa quota sia per la vittoria del Bologna che per quella del Catania (2.65). Nonostante la buona forma del Catania, i precedenti storici ci dicono che gli emiliani hanno vinto tutte le tre ultime partite in casa, contro gli etnei… Il Catania è 6° in classifica a pari merito con Roma e Fiorentina, due squadre indubbiamente più complete, ma ciò nonostante il risultato non mi sorprende: gruppo solido ed affiatato, si difende in 10 uomini e attacca in massa! Se pensiamo che ha già bloccato sia la Roma che il Napoli sul pareggio…si possono solo fare i complimenti a Maran. Il Bologna si è invece spento dopo il clamoroso “ribaltone” dell’Olimpico (2-3 alla Roma): il pareggio interno con il Pescara ha lasciato delusi i tifosi, mentre la sconfitta di Siena potrebbe aver abbassato ulteriormente il morale dei giocatori emiliani, pur sconfitti immeritatamente. Diamanti potrebbe tornare disponibile, ma credo che se anche il Bologna riuscirà ad impostare il gioco…si schianterà sulla compatta difesa etnea: gioco anche qui l’ X2 (quota 1.50) e scelgo il solito 1-1 (quota 6) ed un super-quotato 0-2 (in lavagna a 14!).

CAGLIARI-PESCARA:

Dal 2000 ad oggi, Cagliari e Pescara si sono incontrate 4 volte, ma sempre in Serie B: nei 4 match gli abruzzesi non hanno mai vinto, pareggiando soltanto una volta (0-0 all’Adriatico) e uscendo sconfitti in 3 occasioni su 4. Per la prima volta in questa stagione, il Cagliari potrà contare sul pubblico di casa, pur limitato ai soli 5.000 (circa) abbonati. Sarà forse per questo che gli allibratori hanno incredibilmente demolito la quota del segno “1″ ? Quotare il Cagliari, penultimo in classifica e ancora senza vittorie, con un ridicolo 1.65…non sarà esagerato e ingeneroso nei confronti del neo-promosso Pescara? Nonostante i “delfini” abbiano appena guadagnato la loro prima vittoria in campionato (1-0 contro il Palermo), un loro eventuale successo in Sardegna sarebbe oggi super-quotato a 5.25: sinceramente troppo, anche per la ballerina difesa abruzzese! Ennesimo X2 in schedina, almeno per me, ma quota più entusiasmante: 2.10! Per i risultati esatti proviamo ad immaginare una partita in cui entrambe le difese possano concedere almeno un goal agli avversari: sia il 2-2 che l’ 1-2 sono oggi quotati a 16. Certo, per azzeccare questo pronostico ci vuole anche un po’ di fortuna; chissà che non ci possa allora aiutare la smorfia napoletana…con il suo 16!

PALERMO-CHIEVO:

Veniamo alle “dolenti note”: il Palermo ha perso 4 partite su 5 di campionato, anche il Chievo ne ha perse 4…ma tutte di seguito! L’arrivo di Gasperini ha portato al Palermo 0 punti: senza mai segnare si è consegnata alla coda della classifica, subendo 2 sconfitte in “zona Cesarini”, entrambe per 0-1. Il Chievo, invece, nonostante abbia perso 0-2 in casa contro l’Inter, sembra molto più in forma. La sconfitta immeritata di Verona ha messo però in luce un gioco brillante, pur poco concreto in attacco. Le mie iniziali impressioni vengono in parte confermate dalle ultime 2 trasferte clivensi a Palermo: l’ 1-3 del 2010 sarebbe oggi quotato 30:1 mentre il rocambolesco 4-4 dell’anno scorso, addirittura a 250! In quell’occasione il capitano Miccoli segnò una tripletta: sarà oggi finalmente titolare? Sarò ripetitivo, ma opto ancora per l’ X2, a quota 1.65. Infine consiglio lo 0-1 e l’1-2, rispettivamente in lavagna a quota9 e 12.

LAZIO-SIENA:

La Lazio esce ampiamente ridimensionata dalla nefasta trasferta al San Paolo: archiviate le illusioni di alta classifica, a Roma si torna con i piedi per terra. All’Olimpico è atteso un Siena in ottima forma e reduce da 2 vittorie consecutive che hanno riportato il club toscano a contatto con la zona salvezza. L’anno scorso gli uomini di Reja impattarono per 1-1 in casa, mentre a Siena furono umiliati da un sonoro quanto inpronosticabile 4-0. La Lazio avrà smaltito i postumi delle 2 sconfitte in 3 giorni ? E quale formazione schiererà Petkovic, in vista dell’impegno con gli sloveni del Maribor (il 4 ottobre) in Europa League? Se la squadra capitolina lascia dunque qualche perplessità, si può invece star certi dell’atteggiamento che la squadra di Serse Cosmi assumerà all’Olimpico, oggi pomeriggio: catenaccio e ripartenze, forse. Abbastanza inutile la quota sulla “favorita” (segno 1: quota 1.60), ma credo che i biancocelesti, Pegolo permettendo, vorranno “chiudere” le ostilità già nel primo tempo: buono quindi il parziale/finale 1/1, a quota 2.35. In questo caso il 2-0 (a quota 7.50) mi sembrerebbe il risultato più scontato…ma se il Siena riuscisse poi a pareggiare? L’ 1-1 è quotato a 6.50.

SAMPDORIA-NAPOLI:

L’ultimo precedente tra queste due squadre consegnò agli annali un impietoso 4-0 per il Napoli (al San Paolo), dirottando definitivamente i blucerchiati verso un anno di Purgatorio (leggi Serie B). Precedente che conferma la netta supremazia della squadra che gioca in casa; negli ultimi 9 precedenti tra Sampdoria e Napoli, infatti, il segno “2″ in schedina è “uscito” soltanto una volta: a Genoa i partenopei si imposero con un netto 0-2 (oggi a quota 9) nel 2003…ma era la Serie B! La Sampdoria arriva a questo match con un ottimo punto, neanche troppo meritato, ottenuto in trasferta a Roma: oggi, però, sia Maxi Lopez che Estigarribia saranno indisponibili e l’attacco blucerchiato potrebbe risentirne in quanto a concretezza. Dall’altra parte un Napoli mai così vincente ed esaltato dalla superba vittoria sulla Lazio per 3-0, grazie alla quale ha anche raggiunto la vetta della classifica, in compresenza con i rivali della Juventus. La squadra di Mazzarri parte leggermente favorita oggi (quota 2.00), ma questo match di alta-classifica potrebbe rivelarsi complicato…come la noiosa trasferta di Catania (0-0); la Sampdoria infatti, come solo Napoli e Juventus, è l’unica squadra ancora imbattuta in Serie A…la X potrebbe essere quindi la migliore delle peggiori ipotesi, per entrambi i club: quota 3.40. Credo che la partita difficilmente possa regalare più di 2 goal: scelgo quindi l’ 1-1 (quotato 6.25) e lo 0-2 (a quota 9.00). Da sottolineare una sorta di partita nella panchina: il napoletano d.o.c. Ciro Ferrara da una parte e l’ex c.t. della Samp (Walter Mazzarri) dall’altra.

INTER-FIORENTINA:

Posticipo caldo questa sera, ma non chiamatelo “big-match”: Inter e Fiorentina potrebbero casomai recitare il ruolo di “sorprese“, chi per un verso…chi per l’altro! Le quote assegnate all’incontro dai bookmakers vedono un sostanziale equilibrio tra le due squadre, con una leggera preferenza per i padroni di casa (quota 2.15). Si torna al Meazza, è vero, ma proprio qui l’Inter ha raccolto 0 punti, contro i 9 conquistati in trasferta! Stramaccioni potrebbe confermare la difesa a 5, che in tanti si ostinano a chiamare “a tre”, con Cassano e Milito scelte quasi obbligate in avanti. Per i viola Jovetic è ovviamente certo del posto da titolare, mentre Ljajic potrebbe pagare il goal divorato contro la Juventus…con la panchina. Passando alla rassegna degli ultimi precedenti, si scopre come la Fiorentina non goda neanche qui (come contro la Juve) di buona “sorte”: nelle ultime 11 trasferte al Meazza, la squadra gigliata ha sempre e solo perso. L’ultima vittoria della Fiorentina a Milano (contro l’Inter) risale infatti al lontano 2000, quando i nerazzurri furono schiacciati da un pazzesco 0-4, oggi “pazzescamente” quotato a 150! Da quella volta l’Inter deve essere rimasta molto scottata, se è vero che anche a Firenze i nerazzurri non perdono da ben 6 anni. Pronostico difficile per questo posticipo, ma posso comunque ipotizzare un’Inter vogliosa di fare la partita…che si schianta sul solido centrocampo viola…o che penetra facilmente nella difesa di “burro viola”: no, non è burro scaduto, ma la difesa della Fiorentina…10 volte più scadente del suo stesso centrocampo! Secondo me anche l’Inter, come il Milan, riuscirà a sfatare la “maledizione” del Meazza: approfitterei quindi dell’insolita quota del segno “1″ (2.15). Per concludere in bellezza mi auguro che, a prescindere dal vincitore, il posticipo possa regalare un grande spettacolo per noi appassionati sportivi, con entrambe le squadre, magari, in rete: il 2-1 è quotato a 9, il 2-2 a 13…porterà fortuna?

E…Buona Domenica a tutti!

 


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *