UNA GIORNATA UGGIOSA

//   3 agosto 2014   // 0 Commenti

foto 82°art.image E’ il titolo di una canzone del 1980 di Lucio Battisti che qualche giorno fa mi è capitato di ascoltare e mi ha fatto pensare alle giornate capricciose di questi ultimi mesi, anzi anni e quindi a quanto il tempo atmosferico possa anch’esso influire sul nostro umore.
Molti studi hanno evidenziato una maggiore incidenza di stress durante i mutamenti climatici, questo stato di malessere viene definito “Meteoropatia”.
La Meteoropatia comporta un cambiamento dello stato psicofisico con sintomi che si traducono in ansia, stanchezza, irritabilità, calo del desiderio, malinconia, gonfiore addominale, spossatezza, sbalzi di umore, insonnia, cefalea, tachicardia, irrigidimento articolare.
Le alterazioni delle condizioni atmosferiche, portano ad una perdita di armonia e benessere; è stato ipotizzato, inoltre, che gli scompensi psicofisici derivano persino dai mutamenti dei livelli di alcuni ormoni come la serotonina, dopamina e noradrenalina.
Il meteoropatico accusa in anticipo le variazioni atmosferiche e questa problematica può sopraggiungere sia nei bambini che in persone adulte o anziani.
Come provvedere a resettare il nostro organismo?
Alcuni rimedi di naturopatia possono essere il nostro pronto soccorso per alleviare i disturbi causati dai cambiamenti repentini del tempo, come piaggia, vento, temperature imprevedibili, umidità atmosferica, copertura nuvolosa del cielo:
- esercizio fisico, yoga, massaggi, meditazione, sono accorgimenti per favorire il rilassamento;
- un toccasana per energizzare il nostro corpo è dato dall’alimentazione, scegliendo i cibi giusti: legumi come fagioli, ceci e piselli. Peperoni, peperoncini, rucola, cavoli, prezzemolo, lattuga, spinaci, succo di uva, ribes, kiwi, fragole, agrumi (ricchi di vitamina C). Olio di oliva extravergine a crudo, olio di germe di grano a crudo, mandorle, nocciole, paprika, avocado (ricchi di vitamina E). La scorta di queste due vitamine antiossidanti sono fondamentali per le nostre difese psicofisiche;
- per sentirvi distesi e tonificati, la mattina appena svegli massaggiatevi le caviglie e i polsi con alcune gocce di olio essenziale di rosmarino diluite in un cucchiaio di olio di mandorle dolci;
- la sera prima di andare a dormire sorseggiate una tisana ad esempio di camomilla o di tiglio o di melissa;
- tra i Fiori australiani consiglierei “Fringed Violet” per le alterazioni della nostra aura, provocate da stress ed eventi che ci circondano, questo fiore potrebbe essere abbinato a due fiori terapici di Bach: “Walnut” per l’apertura ai cambiamenti e “Mustard” per combattere la tristezza e ottenere quella stabilità interiore nei giorni cupi;
- mentre per quanto riguarda i Sali di Schüssler proporrei il Sale n. 5, Kalium phosphoricum D6, questo minerale si è dimostrato efficace come tonico nervoso, in particolare per tachicardia, melanconia, cefalea nervosa e disturbi del sonno di origine nervosa;
- nondimeno, delle sedute di cromopuntura auricolare trovano riscontro per portare benessere al nostro sistema psicofisico, proprio in caso di astenia, emicrania, palpitazioni.

*** *** ***
Ma che colore ha una giornata uggiosa (dice la canzone)? Più che pensare un colore, proviamo a dare luce alle giornate della nostra vita e così sarà meno facile cadere nelle trappole del brutto tempo e non solo!!!!

Giulia Zeroni – Consulente del benessere su misura
Economo Dietista – Dirigente di Comunità – Estetista
E-mail: giuliazeroni@virgilio.it
Sito web: www.giuliazeroni.it


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *