Italia: L’eterna lotta dei centri storici con l’umidità di risalita

//   20 agosto 2017   // 0 Commenti

umidita di risalita nei centri storici italiani

Dal Nord al Sud Italia si combatte ogni giorno una lotta silenziosa che coinvolge uno tra i più importanti patrimoni nazionali: i bellissimi centri storici.

In Sicilia come in Veneto la lotta all’umidità è una battaglia che si gioca a suon di rimedi tradizionali, sistemi innovativi e spesso, ahimè, tanta improvvisazione. L’umidità da risalita infatti è un problema strutturale che difficilmente si può combattere con soluzioni tampone.

umidita firenze 300x154

Dal punto di vista chimico e geologico sono coinvolti numerosi fattori. Dalla porosità delle pareti alla tipologia di mattone impiegato per arrivare al livello di pressione ascendente presente nell’aria. Leggi l’approfondimento.

Cerchiamo di fare chiarezza: come e perché si presenta il fenomeno dell’umidità di risalita?

A differenza di quanto si possa pensare a giocare un ruolo chiave c’è la forza della spinta capillare che è capace di battere persino la forza di gravità. Questo fenomeno, quando unito alla spinta elettrostatica diventa il diretto responsabile della presenza dell’umidità di risalita.

Come è facile capire, in questi casi, rifare gli intonaci non serve a risolvere il problema e, esattamente come accade per i sali igroscopici, qualora non si risolva il problema in toto e in via definitiva, gli sforzi saranno vani e tremendamente temporanei.

Ma come fare per risolvere il problema dell’umidità di risalita? I nostri magnifici centri storici sono forse abbandonati a se stessi?

Risolvere il problema dell’umidità di risalita è oggi possibile. La chiave per porre fine a questo problema ha un nome: inversione di polarità.Grazie all’inversione di polarità è infatti possibile invertire la spinta elettrostatica impedendo così all’acqua di salire e insinuarsi nei muri delle abitazioni.

I dispositivi che permettono questo tipo di soluzione, dato il loro costo ai minimi storici, sono oggi alla portata di tutti e spesso non necessitano neppure di corrente per funzionare.

Grazie all’inversione di polarità sarà dunque possibile respingere l’acqua verso il basso creando contemporaneamente una barriera che ne impedisce il ritorno.Edifici, abitazioni e le nostre meraviglie possono così garantirsi un futuro asciutto e decisamente capace di tramandare negli anni tanta bellezza.

Viva l’Italia!


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *