Turismo a Padova

//   10 agosto 2011   // 0 Commenti

Pollice recto per il settore turismo nella città del Santo: i dati relativi al primo semestre 2011 nell’intera provincia di Padova elaborati dall’Osservatorio dell’Azienda Turismo Padova Terme Euganee, sono stati presentati a palazzo Santo Stefano dal vice presidente dell’Amministrazione provinciale Roberto Marcato, dal presidente dell’Azienda Turismo Flavio Manzolini e dall’assessore al Turismo del Comune di Padova Marta Dalla Vecchia. Arrivi e presenze tutte in positivo: la città di Padova e altri Comuni della provincia (ad esclusione dell’area terme-Colli Euganei), registra un +10,88% di arrivi e +11,17% nelle presenze. Gli stranieri fanno registrare +24,10% di arrivi e +22,83% di presenze, con una performance dei Paesi europei (Germania, Francia, Spagna, Regno Unito e Austria) a conferma che Padova è sempre più caratterizzata anche da un turismo culturale oltre a quello dei gruppi (India, Cina, Corea e Giappone). L’unica nota stonata è rappresentata dalla flessione degli arrivi dei connazionali: il calo degli italiani in terra patavina è del -3,67%, ma questo “Piccolo neo – per il vice presidente Marcato – si può superare portando nel territorio il turismo congressuale”.

Sempre sulla cresta dell’onda l’ambito Terme-Colli, che nei primi sei mesi dell’anno ha registrato un + 6,20% negli arrivi ed un + 2,37% nelle presenze; dati positivi anche per le presenze italiane nel Bacino termale Euganeo. “I dati – ha concluso Manzolini – dimostrano ottimismo, ma serve una certa prudenza per interpretarli al lato pratico. Padova ha saputo caratterizzarsi con mostre ed eventi culturali di un certo rilievo e ha saputo dialogare bene con i mezzi di comunicazione facendo un’ottima politica qualità e prezzo. Le Terme vedono il recupero dei francesi e degli svizzeri rispetto i tedeschi e austriaci, dunque anche qui ci sono aspetti positivi. Sarà comunque necessario capire come andranno settembre ottobre e novembre che sono mesi decisivi. I conti si faranno a fine anno, ma un aumento del 2,37% di presenze alle Terme lascia ben sperare”.

Turismo3

Marta Dalla Vecchia, Roberto Marcato e Flavio Manzolini

Speriamo solo che l’imminente introduzione della tassa di soggiorno sui turisti nella città del Santo non provochi una brusca e inversione del trend…


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *