Trofeo Jules Verne: ancora record!

//   18 gennaio 2012   // 0 Commenti

banque populaire V

Il Trofeo Jules Verne viene assegnato al più veloce tipo di yacht nella circumnavigazione del mondo senza limiti di equipaggio e dimensione della barca. Il nome Jules Verne è stato assegnato in riferimento al romanzo ‘Il giro del mondo in 80 giorni’ anche se Phileas Fogg, nel libro, attraversa il mondo su di un battello a vapore ma anche in ferrovia. Ora però siamo nella realtà dei giorni d’oggi dove quattordici uomini, quattordici marinai entrati nella leggenda grazie ad un’impressionante prestazione di velocità sulla loro barca intorno al mondo partita il 22 novembre 2010, in questi giorni hanno realizzato un sogno. Proprio grazie alla loro incredibile abilità marittima, gli uomini capitanati dal francese Loick Peyron, a bordo del trimarano “Banque Populaire V”, hanno vinto e realizzato il nuovo record del Trofeo Jules Verne. Un Trofeo che parte sulla linea tra l’isola di Ouessent (Francia) ed il faro di Cap Lizar in Cornovaglia (Regno Unito) e che segnala le acque pericolose e lì ritorna, in direzione opposta, dopo aver doppiato i Capi di Buona Speranza all’estremità meridionale della Penisola del Capo (Sud Africa), il Capo di Lewin all’estremità meridionale dell’Australia ed, infine, Capo Horn all’estremità meridionale dell’America Latina. Un percorso di tutto rispetto e anche il desiderio di tutti gli appassionati di barca a vela. L’eccezionale performance è stata realizzata su di un maxi-trimarano lungo circa 40 metri costruito grazie alle più importanti ricerche tecniche che hanno garantito prestazioni e velocità e che è costato decine di milioni di euro. Il risultato? 45 giorni, 13 ore, 42 minuti e 53 secondi! Il record precedente è stato così abbattuto di quasi tre giorni infatti, lo skipper Frank Cammas, è stato il detentore per quasi due anni. Nel 2010 Cammas, a bordo del maxi-trimarano Groupama, era riuscito a compiere l’impresa in 48 giorni, 7 ore, 40 minuti e 52 secondi. Inutile negare le capacità di interpretazione dello skipper Peyron nell’affrontare le condizioni avverse del mare e dei venti, sicuramente sono state proprio le sue decisioni a garantire una media di velocità impressionante, quella di 26,5 nodi in 29.009 miglia percorse con punte di velocità massima di oltre 30 nodi. La prima edizione del Trofeo Jules Verne risale a non tantissimi anni fa, quando proprio nel 1993 lo skipper Bruno Peyron, vinse la prima edizione a bordo del catamarano di 26 metri con il tempo di 79 giorni, 6 ore, 15 minuti e 56 secondi con la velocità media di 11, 35 nodi. Da quell’anno i record sono stati migliorati ‘solo’ 6 volte, sempre Bruno Peyron nel 2002 e nel 2005, prima di quest’ultimo di Loick Peyron. E’ bello pensare che due fratelli, uniti da un’unica passione, possano confrontarsi nei mari più profondi eguagliandosi l’uno con l’altro anno dopo anno durante le più importanti competizioni veliche intorno alla terra. Per i due fratelli fuoriclasse oceanici indiscussi, normalmente rivali nelle competizioni, la prossima America’s Cup sembra poter essere un obiettivo comune al quale partecipare nella stessa barca. Sono valutazioni che stanno studiando insieme ma sarebbe davvero molto bello vederli all’opera e, magari, poter imparare da loro.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *