Treni cancellati tra Arezzo e Firenze

//   1 settembre 2011   // 0 Commenti

«La Regione chiacchiera, l’assessore ai trasporti Luca Ceccobao si dice sempre intento in liti furibonde con Trenitalia, ma intanto i convogli tra Arezzo e Firenze spariscono. E’ un ben strano sortilegio. E a pagare, al solito, sono i pendolari». Lo affermano i Consiglieri regionali Paolo Enrico Ammirati (Vicecapogruppo Vicario del Pdl in Regione) e Stefano Mugnaiall’indomani del nuovo taglio di ben 18 convogli sulla linea ferroviaria aretina. In pratica, dal 12 settembre prossimo su quella tratta transiteranno tre treni l’ora al posto dei quattro attuali. Non poca cosa.
«Questi nuovi tagli – attaccano Ammirati e Mugnainon faranno che gravare ulteriormente sulla pelle dei pendolari che già oggi sono costretti a viaggiare in carrozze stipate, spesso in piedi, spesso tra la sporcizia, spesso al caldo torrido d’estate ed al freddo polare d’inverno. Per non parlare dei ritardi che per molti treni sono ormai la consuetudine, qualcosa che il pendolare ormai prevede nella sua pianificazione quotidiana. Paradossale».
Lo stillicidio dei tagli sulla tratta Firenze-Arezzo, ricordano gli esponenti del Pdl, va avanti da anni tra un intercity in meno di qua e una fermata soppressa di là: «La Regione in questo frattempo ha fatto un gran parlare – incalzano Ammirati e Mugnai –Trenitalia»


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *