Toscana, al via il fondo immobiliare per 5 ospedali – Mugnai (Pdl) «Rossi bifronte: da censore a fruitore dei meccanismi dell’alta finanza»

//   25 gennaio 2012   // 0 Commenti

mugnaistefano 110704 001 300x226«Preoccupa, questo governatore Rossi bifronte: da un lato si erge ogni giorno a censore delle logiche e dei meccanismi perversi della speculazione finanziaria, dall’altro si affida poi a prodotti finanziari particolarmente raffinati e complessi»: così il Vicepresidente della Commissione sanità del Consiglio regionale Stefano Mugnai (Pdl) commenta la notizia per cui la Regione Toscana farà confluire in un fondo immobiliare i cinque edifici che attualmente ospitano gli ospedali cittadini di Pisa, Massa Carrara, Pistoia, Lucca e Prato per investire le risorse nella realizzazione dei nuovi ospedali fuori città. «La Regione – osserva Mugnai – ha scelto di attivare questo strumento in un momento che non pare particolarmente favorevole alla speculazione finanziaria nel settore immobiliare. Lo fa per portare a compimento la realizzazione dei nuovi ospedali. Questo ci preoccupa per più aspetti. Uno è quello inerente la reale capacità di intercettare le risorse auspicate. L’altro riguarda invece il rischio di speculazioni su immobili di pregio assoluto, i quali costituiscono un pezzo importante dell’identità non solo urbanistica delle città che li ospitano. Per parte nostra vigileremo. Speriamo di non trovarci da soli a farlo».


Tags:

Stefano Mugnai


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *