Tito Ceccherini dirige l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Milano

//   25 maggio 2017   // 0 Commenti

tito_ceccherini_conservatorio_01-colore_1

Torna nella sua scuola, ancora una volta alla guida dell’Orchestra degli studenti del Conservatorio di Milano, Tito Ceccherini, ex-allievo del Verdi. E per l’occasione dirigerà oltre a due Sinfonie di Haydn e Lutosławski anche un lavoro di Simone Corti, vincitore della categoria composizione del Premio del Conservatorio 2016, in prima assoluta.

La serata è organizzata in collaborazione con Fondazione IEO-CCM e i fondi raccolti andranno a sostegno del progetto IEO Women’s Cancer Center.

Domenica 28 maggio Sala Verdi ore 21:00

Programma:

Franz Joseph Haydn

(1732-1809)

Sinfonia n. 90 in do maggiore

Simone Corti

Vincitore del Premio del Conservatorio 2016

Categoria G – Composizione

Héxis per orchestra

(Prima esecuzione assoluta)

Witold Lutosławski

(1913-1994)

Sinfonia n. 3

 

Héxis per orchestra

«Il concetto di héxis viene definito da Aristotele nell’Etica Nicomachea, dove assume il significato di comportamento che dura nel tempo, reazione costante di fronte a qualcosa. In altre parole esso è una disposizione che proviene dall’abitudine e diventa carattere, quasi una natura acquisita.

Procedere in questo modo nella composizione di un brano significa per me applicare delle scelte e trovare soluzioni diverse rispetto ad una narratività consequenziale, ad uno sviluppo lineare nel tempo: fissando un’immagine sonora nella memoria, essa può divenire disposizione di ascolto e influire sulla percezione di ciò che si sussegue lungo la durata del brano. Il materiale iniziale è concepito come stratificazione di linee individuali, dalla cui totalità le figure appaiono, scompaiono e riaffiorano in una discontinuità che toglie importanza alla direzione e diviene movimento senza fine». (Simone Corti)

L’Orchestra Sinfonica del Conservatorio ha inaugurato la sua attività concertistica nell’anno accademico 2007/2008, nell’approssimarsi delle celebrazioni per il bicentenario della fondazione dell’Istituto, proponendosi come punto di riferimento per l’attività artistica orchestrale degli iscritti agli ultimi corsi di strumento e ai neodiplomati.

Da allora, allievi ed ex allievi del Conservatorio di Milano sono periodicamente chiamati a partecipare all’attività dell’Orchestra, in occasione di concerti aperti al pubblico, di grande visibilità per l’Istituto.

Diretta e preparata dai docenti di esercitazioni orchestrali, l’Orchestra ha visto negli ultimi anni salire sul proprio podio direttori di fama internazionale, tutti ex allievi del Conservatorio di Milano, secondo un percorso di formazione che intende avviare gli studenti del Verdi alla professione: Tito Ceccherini, Daniele Gatti, Gianandrea Noseda, Corrado Rovaris, Daniele Rustioni, Yoichi Sugiyama.

L’accrescimento delle competenze professionali degli allievi insieme all’approfondimento dello studio del grande repertorio orchestrale sono, infatti, tra le finalità dell’Orchestra, che negli ultimi anni ha saputo porsi in relazione con il mondo musicale nazionale, ospite di stagioni e rassegne, dando vita sempre ad appuntamenti di grande impatto formativo.

Masha Sirago, mashasirago@gmail.com


Tags:

Conservatorio

milano

Tito Ceccherini


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *