Tiffany e le Olimpiadi 2012

//   10 settembre 2012   // 0 Commenti

Olimpiadi 2012

Sono iniziate e terminate ufficialmente le Olimpiadi di Londra. E con la coroncina di foglie di lauro in testa da antica romana mi sento proprio una regina. God save the Queen! Please, the dog too.

La vita è una corsa a ostacoli? Ehm…io ho già vinto le Olimpiadi della Vita.
Me ne hanno “combinate di tutti i colori”, a volte con tante belle carezze, a volte “allisciandomi il pelo”, altre “trattandomi come un cane”, ossia per come le persone vedono il mondo e non per come sono veramente io. Mansueta, sto al mio posto e spesso “tra i piedi”, ma per naturale affetto, arrivando giusto ad altezza ginocchio. Se non “si abbassano” gli altri alla mia altezza, ehm, umilmente alla mia bassezza, because I am short 35 cm – nel senso che se non la smettono di sentirsi tutti “in alto” e prepotenti – che dire? Succedono spesso tante cose spiacevoli e disdicevoli tra gli umani e non. Questo perché sovente le persone tirano fuori dall’abisso del profondo della loro anima le loro personali proiezioni sul mondo. E poi fan tuffi alla ricerca del loro vero sé tra una maschera data dal dottor Jekyll e Mister Hyde! Cosa nascondono al mondo dentro la coscienza che spesso e volentieri non vogliono ascoltare perché tanto l’alibi è che la coscienza non si vede e non è tangibile? Lo chiederò a San Tommaso?!

“Lavoro come un cane” da otto anni a questa parte accanto al mio “porta-voce ufficiale” Masha Sirago per il progetto culturale “Vita da cani”. Sono anche la sua musetta ispiratrice e ormai famosa dog-attrice. Per tale mia naturale espressione artistica – oltre ogni dogma e ogni dogmatismo – ho ricevuto il simpatico appellativo di “Animal Academicum” dal filosofo Giacomo Marramao. Qualche tempo fa una folla di intellettuali è venuta di corsa e senza ostacoli mentali ad una mia esposizione in Biblioteca in quel di Roma, tutto notificato da un noto giornale della Capitale, dove peraltro era stato presentato l’obelisco in terracotta a mia altezza realizzato dalla mia scultrice, contro ogni barriera mentale che separa gli uomini e le donne. Con il mio progetto “Vita da cani”, le mie intenzioni del cuore sono diventate…una staffetta. Che bello! Lo judo, sono “il cane, il migliore amico dell’uomo e della donna”, e non potrei mai proferir parola invano. Solo Bau, normalmente muuuta sto. C’è stata sì qualche schermaglia, anche qualche fioretto da parte di qualcun altro, qualcuno si è tuffato a capofitto nel progetto e, tra una canoa e canotaggio, si son trovati tutti a loro agio. Ognuno ha espresso il proprio pensiero, in piena libertà. Infatti il rapporto cane-padrone tanto decantato in letteratura spiega agli umani che i rapporti sono a volte come una partita a tennis, ci vuole un buon simile o amico dall’altra parte per lanciare e rilanciare la pallina e giocare una buona partita, la partita della Vita? C’è sempre qualcuno che deve pur “mollare l’osso” se vuole che l’ossatura del rapporto rimanga in piedi, altrimenti è solo un tiro con l’arco solitario o un tiro a segno o a volo e non è detto che poi tutto vada a segno, neanche se ci sono le frecce di Cupido. La vita è movimento, riflessione, cambiamento, ma ho visto alcuni vivere solo di ginnastica, e neanche artistica!

Ora ho deciso che è tempo di “sedermi sugli allori!”
Sono seduta sugli allori Tiffany 224x300
Da questa naturale posizione – spesso denominata in arte “Flora e Fauna” e lo sa bene il caro e illustre Professor Strinati!  -  sento nel cuore e nell’anima che posso finalmente andare a giocare on the beach volley. Farò pure can…estro!  

E così sarò libera di vivere i miei “momenti di gloria”.
Momenti di gloria 224x300
Gli altri continuino pure la loro corsa e salto in lungo in società…”chi va piano va sano e va lontano”.

Io vado a spasso con Masha!

RIPRODUZIONE RISERVATA © copyright Masha Sirago, mashasirago@gmail.com


Tags:

Masha Sirago

olimpiadi

Tiffany


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *