Thailandia: terra del sorriso e dei tuc tuc

//   12 maggio 2014   // 0 Commenti

IMG_3023

Metti insieme delle foreste verdissime e folte, le spiagge bianche e lambite da un mare incantevole, una ricca fauna esotica, splendidi templi buddisti e siti archeologici, una cucina varia e deliziosa. Ecco gli ingredienti principali che contraddistinguono la Thailandia, un regno meraviglioso e accogliente abitato da gente ospitale e amichevole, al punto di definire questo paese come la Terra dei Sorrisi. La Thailandia è il luogo ideale per una vacanza unica, sempre varia e capace di arricchire gli occhi, il cuore e lo spirito.

DSC03788 150x150

E’ la meta ideale per una vacanza di avventura magari con qualche tour all’interno o la vacanza relax stile “sempre mare l” , c’è solo da scegliere. Se si preferisce rilassarsi all’insegna del mare all’ora le spiagge più conosciute di Phuket sono principalmente 4, dall’alto verso il basso: Patong, Karon, Kata, KataNoi. La  prima Patong: un  vasto complesso turistico, na piccola città di hotel, Guest house e negozi. Molto colore e sopratutto vita notturna. Le strutture alberghiere sono innumerevoli ed imponenti per fare un es. il Novotel Phuket Resort, questo 5 stelle di Patong Beach offre lusso, ospitalità ed un servizio per gli ospiti a 360°.

Karon che è un’ottima soluzione: a metà strada fra le 4 spiagge (ma più staccata da Patong) offre forse il miglior rapporto prezzo/locazione. Una buona guest house o un buon hotel vi costeranno fra gli 800 e i 1200 bath (o se preferite un 4 stelle lo trovate a partire da circa 2000 bath). A Kata noi, ad esempio, le cifre salgono notevolmente.
Karon offre anche una lunghissima spiaggia sempre a “portata di hotel”.

Kata, poco sotto Karon, è un centro shopping. 3-4 vie piene di negozietti e locali che non stancano mai e neanche esagerano. Bellissimo il minigolf! C’è anche un vulcano che sbuffa e erutta con vero fuoco! Da visitare una spiaggia mozzafiato: estesa ma ben gestita con tanto di palme a fare ombra nella parte verso la strada.
In qualsiasi angolo ci sono chioschetti che offrono cocco fresco a 40-50 bath.

Infine KataNoi: una piccola spiaggia si estende per circa 200 mt, un colpo d’occhio ancora migliore rispetto a Kata.Davvero thailandese, poco sotto Chalong e a sud Rawai, si trova il villaggio dei pescatori. Qui lo scenario è  mozzafiato soprattutto quando si pranza!

IMG 2472 150x150

Attorno a Phuket si articola un vasto arcipelago di isolotti, alcuni di questi abitati. A nord Phang Nga: con un tour si arriva in battello, in canoa ci si puo’ addentrare nelle zone più avventurose di queste isole di origine vulcanica.
A est Phi Phi Island: spesso in lizza per l’ipotetica “8° meraviglia del mondo”, è qualcosa da non perdere  per nulla al mondo!
Posti mozzafiato e scenari stile “Made in Heaven” (come anche la famosa spiaggia di “The Beach”, Ma Ya Bay).
E’ consigliabile pernottare qualche notte  e fare un giro con le barche tai… quelle in legno. Si contratta il prezzo per la giornata (in genere  sui 2000B) e si parte.
Ancora più a est c’è Krabi che è il lembo di terra ferma a est di Phuket.

Il cibo in Thailandia rispecchia tipicamente le abitudini asiatiche. I thai mangiano spesso e volentieri per strada comprando la frutta fresca o i noodles dai carretti ambulanti. Un altro metodo spiccio per procurarsi il cibo e’ entrare in un supermercato, tipicamente un Seven Eleven, di cui la Thailandia e’ piena.

A Rawai, dai cosiddetti “zingari del mare”, ovvero i pescatori del luogo, si trovano, oltre a conchiglie di tutte le dimensioni, anche tutto il pesce vivo che si vuole. Una volta comprato, si puo’ portare all’attiguo ristorante, che lo cucinera’ per una somma irrisoria. Insomma i luoghi da visitare non mancano ma soprattutto quelli da fotografare….e da portare impressi nella memoria.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *