Tempo di vacanze, meglio se a sei zampe: le regole dei mezzi di trasporto pet-friendly

//   3 luglio 2019   // 0 Commenti

animali-treno

Anche quest’anno il terrificante bollettino degli abbandoni estivi degli animali ha fatto il suo esordio. Ma ci sono anche molti italiani che scelgono di viaggiare con i propri animali domestici, usufruendo delle numerose strutture turistiche pet- friendly o di case in affitto.

La scelta più comoda per le vacanze “a sei zampe” sembrerebbe essere l’automobile, infatti, alcune compagnie aeree come Ryanair e Easyjet non accettano gli animali, ma altre come Alitalia si sono adeguate alle esigenze dei viaggiatori con amici pelosi al seguito, fino ai 10kg di peso si prevede il trasporto di questi ultimi in un trasportino, altrimenti in stiva. In caso di viaggi internazionali è bene verificare le varie regole nei paesi di arrivo o di scalo.

Il traghetto rappresenta una soluzione di viaggio agevole, innanzitutto le principali compagnie consentono il trasporto degli animali senza problemi e talvolta è addirittura possibile trovare cabine attrezzate a ospitarli nel modo più confortevole. Sono obbligatori museruola e guinzaglio, oltre che la documentazione relativa all’identità e alla salute dell’amico peloso.

Per i viaggiatori che scelgono il treno, Trenitalia permette di trasportare gratuitamente in prima e seconda classe animali domestici di piccola taglia e custoditi nell’apposito trasportino che deve stare entro queste misure: 70x30x50 cm. È possibile portare solo un trasportino a testa. I cani di grossa taglia possono viaggiare con i padroni indossando sempre la museruola, essendo tenuti al guinzaglio e pagando un biglietto che costa metà del prezzo del tagliando di seconda classe. Anche in treno è necessario avere i documenti di identità del cane e il libretto sanitario perché il personale di bordo potrebbe richiederlo. Per l’estate 2019 c’è una novità: ad agosto il biglietto per il cane è in vendita al prezzo promozionale di 5 euro.

Insomma, le modalità per condividere le vacanze con i propri animali domestici sono numerose, con la speranza che siano sempre più le strutture alberghiere ricettive per gli animali e che anche le compagnie aeree low cost si adeguino alle esigenze pet-friendly.

animali treno


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *