Tecnologia laser applicata alle frese per legno

//   14 settembre 2017   // 0 Commenti

laser

Torniamo a parlare della tecnologia laser applicata alle frese per legno ed andiamo a rispondere ad una serie di domande molto frequenti quando si tratta l’argomento.

  • Il legno si brucia durante il taglio laser? Sì. La lavorazione del legno con laser è un processo di sublimazione. Tuttavia questo non va visto come un dettaglio negativo, anzi molto spesso è desiderabile. Un approccio preciso, la selezione dei parametri adeguati e l’uso Della messa a fuoco e della somministrazione di aria compressa adeguatamente permettono un taglio ed un’incisione della più alta qualità.
  • Può essere lavorato a laser qualsiasi tipo di legno? Il legno è un materiale naturale; per la sua lavorazione, l’utente del laser deve considerare una serie di parametri come la densità ed il contenuto di resina di quel tipo di legno. I legni morbidi, per esempio, la balsa, richiedono meno potenza e si possono tagliare più rapidamente. D’altro canto, il legno duro, come per esempio il legno ad alta densità, richiede più potenza di quella di un laser. Per il legno MDF, che consiste in fibre di legno incollate è invece raccomandabile un abbondante uso di aria compressa.
  • L’ incisione a laser sempre si scurisce? L’incisione laser di colore marrone è molto conosciuta. Nel momento di lavorare legno verniciato, con le impostazioni appropriate del laser si possono anche ottenere incisioni bianche. In questo caso è raccomandabile potenza molto bassa ed alta velocità.
  • Come si può ottenere un’incisione particolarmente scura? Sfocando l’asse del laser (approssimativamente da 0.5 a 2mm) il punto laser viene reso più grande. Per tanto è ridotta la densità di potenza. Con questo raggio si può ottenere un’incisione laser particolarmente scura. Possono perdersi dei particolari con questa tecnica, quindi è consigliabile provare e riprovare fino ad ottenere il risultato desiderato.
  • C’è fumo nell’area di lavorazione. Che fare? Come già affermato la lavorazione del legno con laser è un processo di sublimazione ovvero il materiale solido passa direttamente a stadio gassoso attraverso la combustione. Il fumo non dovrà quindi essere motivo di preoccupazione.

La tecnologia laser taglia ed incide legnami di diversi tipi, spessori e dimensioni. Le incisioni permetteranno di personalizzare e decorare praticamente qualsiasi oggetto e tagliando il legno si potranno creare mobili, decorazioni, addirittura puzzles e molto di più!

Il raggio laser ha uno spessore inferiore a 1 mm, per tanto può riprodurre punzonature e dettagli che non potrebbero realizzarsi con altri strumenti.

Esistono anche frese a laser super rapide come le frese di fraisertools.com, con una velocità d’incisione massima di 3,55 m/s ed un’accellerazione de 5g. Incisioni di alta qualità in un tempo record.

Un altro vantaggio non trascurabile di questi apparecchi è quello che viene chiamato “lavorazione senza contatto”. Non è necesario perdere tempo in fissare materiali al tavolo da lavoro, come succede con le fresatrici tradizionali. Si mette la piastra di legno o l’oggetto nell’area di lavoro e già si può iniziare a lavorare. Inoltre, il raggio laser non è fisico, quindi il materiale non si deforma al tagliarlo e non si corre il rischio di romperlo.

Per concludere, le frese per legno a laser si installano facilmente sul computer come se fossero delle stampanti. I disegni che si vogliono tagliare o incidere con laser, si inviano a questo apparecchio attraverso il comando di stampa dello stesso programma con il quale è stato realizzato il disegno. Il laser riconosce automaticamente un gran numero di files come PDF, JPG, CDR, AI, PSD ecc. evitando noiose conversioni di formato.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *