Tbc al Gemelli: Aiuti, possibili bimbi positivi nati nel 2010. Dal Tar test estesi su 2000 bimbi

//   1 ottobre 2011   // 0 Commenti

bimbi_neonatologia

“Confermo che esiste la possibilita’ che si trovino altri positivi nati nel 2010 in quanto a gennaio 2011 e’ stata rilevata la piu’ alta concentrazione di positivi al test quantiferon”.

“Le discrepanze relative ai test della tubercolina e al quantiferon – prosegue Aiuti – sono state riconosciute dal ministro Fazio, che ha deciso di finanziare una ricerca per chiarire questi dubbi.”

“Se saranno trovati – aggiunge l’esperto – positivi tra i bambini nati nel 2010 ovviamente non si esclude che possano aver preso infezione tubercolare anche fuori dal Policlinico Gemelli, ma resta il fatto che su di loro come previsto dalle indicazioni internazionali, dovra’ essere fatta la profilassi”.

“E’ questo il fine ultimo – conclude – che deve essere perseguito per evitare l’evoluzione dell’infezione tubercolare in malattia, cosa che nei bambini avviene nel 5-10% dei casi non trattati”.

Intanto oltre duemila neonati da esaminare: è il responso del Tar del Lazio che ieri ha accolto la richiesta dell’ associazione Codacons di estendere il test per verificare la positività alla tubercolosi a tutti i bimbi nati nel reparto di neonatologia del Policlinico Gemelli durante la permanenza dell’ infermiera affetta da Tbc. I controlli quindi vanno fatti retrodatare dal febbraio al dicembre 2010.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *