Taranto, campagna informativa tra i giovani sui problemi del racket e dell’usura

//   12 marzo 2012   // 0 Commenti

usura 300x246Taranto – L’esperienza degli anni precedenti ha dimostrato che la scuola è uno dei contesti sociali più idonei per fare prevenzione e per divulgare informazioni in merito alla problematica dell’usura che purtroppo investe molte famiglie della provincia jonica. Parlare ai giovani per far conoscere loro le conseguenze che il ricorso all’aiuto, apparentemente generoso, di chi è disponile a concedere prestiti facili, perché a tasso illegale, è uno degli obiettivi che l’Assolisa, attraverso il suo instancabile animatore, Guglielmo Lippolis, porta avanti da anni, in collaborazione con la Prefettura, la Questura, i Comandi provinciali di Carabinieri e Guardia di Finanza, la Società di Garanzia Commerciati.
Anche quest’anno si è organizzato un calendario di incontri nelle scuole medie superiori della provincia, nei quali i responsabili delle organizzazioni coinvolte parlano delle problematiche dell’usura e del racket e degli strumenti a disposizione per prevenire e reprimere il crimine, e per sostenere chi è già vittima di usura.
Agli incontri prendono parte: il col. G. Lippolis, il vice prefetto P.Gentilucci, il presidente della Società Garanzia Commercianti, G.Sebastio, ed i responsabili dei comandi territoriali delle Forze dell’Ordine.
I prossimi incontri in calendario sono:
lunedì 12 marzo –Liceo Q.Ennio;
lunedì 19 marzo Liceo ‘Aristosseno’ di Taranto.
L’orario di inizio delle conferenze è alle ore 9.00.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *