Stop alle discriminazioni etniche in materia di Assicurazioni Auto

//   23 febbraio 2012   // 1 Commento

assicurazione auto 300x224Anche agli stranieri in Italia verranno garantite tariffe per l’assicurazione auto uguali a quelle offerte agli italiani.
Cosí hanno deciso le due compagnie assicurative Quixa e Zurich, che erano state citate in giudizio dall’Associazione studi giuridici sull’immigrazione (Asp) e da Avvocati per Niente Onlus (Anp). Le due società di assicurazione richiedevano nel proprio sistema di calcolo delle tariffe online, di esprimere la cittadinanza. Tale elemento costituiva una discriminazione per i cittadini stranieri: a parità di altre condizioni, con Zurich, un cittadino italiano pagava 465 euro, un albanese 665 euro, Quixa chiedeva invece 414 euro a un italiano, 625 euro a un camerunense.
In seguito alla denuncia dell’Asp e dell’Anp, è stato portato avanti un processo che non ha visto la sentenza del giudice ieri, vista la decisione autonoma delle due compagnie di cancellare l’elemento discriminatorio e in seguito dunque al ritiro del ricorso.
In precedenza, le due associazioni avevano combattutto una causa contro Genialloyd per gli stessi motivi, costringendo la compagnia di assicurazioni a rivedere i propri piani tariffari.
Attualmente esiste la concreta possibilità che qualche cliente delle citate compagnie decida di interpellare il giudice per ricevere un risarcimento di quanto pagato finora.
La speranza è che tutte le assicurazioni italiane si adeguino a tale principio, riconoscendo pari diritti per stranieri e italiani alla guida in Italia.


Articoli simili:

1 COMMENT

  1. Pingback: Osservatorio, liberalizzazioni per gli automobilisti | Assicuro.it

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *