“Sogni e leggende” di Marc Chagall da Artcurial a Milano

//   4 dicembre 2014   // 0 Commenti

1 Marc Chagall da Artcurial - foto Masha Sirago

7 Les mariés 1979 tempera su masonite foto Masha Sirago e1417706906759 225x300

"Les mariés", 1979, tempera su masonite

Artcurial di Corso Venezia 22 a Milano presenta dieci opere del pittore russo naturalizzato francese e

8 Deux profils verts au cirque 1966 gouache inchiostro e pastello su carta e Les clown violoniste et lane rouge 1971 olio su tela foto Masha Sirago 300x225

"Deux profils verts au cirque", 1966, gouache, inchiostro e pastello su carta e "Les clown violoniste et l'ane rouge", 1971, olio su tela

di origine russa, Marc Chagall, in una mostra dal titolo “Sogni e leggende” aperta gratuitamente al pubblico dal 5 dicembre 2014 al 20 gennaio 2015, parallelamente ad altre esposizione in essere a Milano: “Marc Chagall, una retrospettiva 1908-1985” a Palazzo Reale e “Chagall e la Bibbia” al Museo Diocesano.

5 Bouquet dans la nuit bleue 1944 gouache e olio su tela foto Masha Sirago e1417707231456 225x300

"Bouquet dans la nuit bleue", 1944, gouache e olio su tela

Provenienti da un’unica collezione privata, le 10 opere esposte nella sede italiana di Artcurial rappresentano molti dei sogni e delle leggende che hanno dimorato in Chagall fin dalla sua giovinezza in Russia.  I lavori sono tutti stati realizzati dal grande artista russo (Vitebsk 1887 -  Saint-Paul-de-Vence 1985) nel periodo 1944 – 1985 in Francia.

9 Roi David sur fond rose 1963 oil of India ink on canvas foto Masha Sirago e1417706993881 225x300

"Roi David sur fond rose", 1963, oil of India ink on canvas

« Dopo l’esposizione dedicata a Jean-Michel Basquiat nella sede di Artcurial a Bruxelles lo scorso inverno, Artcurial continua ad affermare il proprio ruolo di attore culturale in Francia e all’estero. Oggi è la volta di Milano, dove abbiamo deciso di portare una mostra di opere di Marc Chagall. Questa esposizione, volutamente intima, raccolta, rappresenta una sorta di tuffo nel cuore dell’immaginario dall’artista. In seguito alla mostra tutte le opere saranno a disposizione dei collezionisti attraverso il dipartimento di Vendite Private di Artcurial » spiega Francis Briest, co-presidente di Artcurial.

2 Marc Chagall Artcurial foto Masha Sirago 300x225

foto Masha Sirago

Le opere selezionate possono essere definite una sorta di sintesi dell’universo pittorico di Marc Chagall: in mostra sono esposti circa quarant’anni di creazioni che tracciano il percorso umano e artistico di Marc Chagall fino alla sua maturità nel corso di uno dei periodi più felici della sua vita: gli anni francesi, vissuti tra Parigi, la Provenza e la Costa Azzurra.

Bruno Jaubert, direttore del dipartimento di Arte Moderna della maison Artcurial Briest-Poulain-F.Tajan:      « Osservando queste sontuose armonie di blu, di rossi, di verdi, di arancioni e di gialli, da dove sorgono silhouettes di amanti, figure del Circo, animali domestici e generosi bouquet, ci si ritrova a sognare un grande carnevale composto da personaggi fantastici che dalle sale di Palazzo Reale vanno a quelle di Palazzo Crespi, camminando a notte fonda per le strade di Milano ».

6 Les fiancés au cirque 1982 olio e pastello su tela foto Masha Sirago e1417706804970 225x300

"Les fiancés au cirque", 1982, olio e pastello su tela

3 Fleurs dans un vase à carreaux 1949 circa olio su tela foto Masha Sirago e1417707479129 225x300

"Fleurs dans un vase à carreaux", 1949 circa, olio su tela

Ai sui tempi, già David McNeil aveva messo in guardia alcuni conservatori museali del pericolo che correvano a lasciare così le tele di Marc Chagall « conosciute per contenere i personaggi più turbolenti, ovviamente insieme a quelli di Jérôme Bosch. Poche persone sanno dei problemi che i responsabili dei musei avevano ogni mattina nel tentativo di rimettere nei propri telai gli eroi delle opere esposte, che al crepuscolo prendevano vita e pretendevano di disegnarsi le gambe, animando il museo con feste sfrenate ».

4 Mimosas et iris 1964 1969 gouache acquarello e pastello su carta foto Masha Sirago e1417707581497 225x300

"Mimosas et iris", 1964-1969, gouache, acquarello e pastello su carta

Il lavoro di Marc Chagall è già stato protagonista di diverse esposizioni in Italia – sin dal 1948, quando ha rappresentato la Francia nel corso della 24ma Biennale di Venezia -  e poi a Torino, Venezia, Genova, Roma e Pisa.

Chagall stesso scrive « Quando sono arrivato a Nizza, dove non ero mai stato, mi sono sentito nel regno dei fiori. Per me si trattava di una natura completamente nuova che mi incantava completamente. L’abbondanza e la varietà dei fiori mi meravigliava e affascinava. Un forte contrasto rispetto a Vitebsk, dove Bella per trovare un piccolo fiore da cogliere e regalarmi era costretta ad andare molto lontano, da non so quale giardiniere. A Nizza si potevano preparare centinaia di bouquet e presentarli ai miei sposi di fantasia ovunque nel mondo. Sarà forse questo il motivo per cui appaiono così spesso nelle mie opere?».

La mostra è visitabile dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 18 (mercoledì fino alle ore 20). Chiuso il sabato e la domenica e dal 24 dicembre al 6 gennaio. Apertura straordinaria: sabato 17 e domenica 18 gennaio 2015 dalle 14.00 alle 18.00. Per info: www.artcurial.com (Testo e foto ©copyright Masha Sirago, mashasirago@gmail.com)

 


Tags:

ArtCurial

Marc Chagall

milano

mostra


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *