Social network, accordo tra Città in Internet e Aidr Siniscalchi (Aidr): per noi è fondamentale migliorare il dialogo web con cittadini, PA e aziende

//   27 ottobre 2018   // 0 Commenti

Il digitale rappresenta un’enorme opportunità di crescita del tessuto economico e sociale del Paese. In futuro ci saranno sbocchi per aziende, progetti e nuovi servizi che determineranno un’espansione del mercato. Ciò avviene anche nel settore dei social network come sostiene Matteo Brutti, CEO di Città in Internet (www.cittaininternet.it) che con la sua azienda ha sottoscritto, nei giorni scorsi, un accordo di collaborazione con Mauro Nicastri dell’Agenzia per l’Italia Digitale e presidente di Italian Digital Revolution (www.aidr.it).

“La nostra scelta – sostiene il CEO di Città in Internet – è ricaduta sull’Aidr perché rappresenta la via migliore per intercettare la diversità di esigenze e gli obiettivi che caratterizzano il mondo dei social network. Internet sta cambiando notevolmente il rapporto web fra cittadini, pubblica amministrazione e aziende. Ascolto, dialogo e monitoraggio attraverso il web stanno diventando sempre di più i pilastri della nuova comunicazione per migliorare i servizi e stimolare la partecipazione dei cittadini”.

L’intesa ha lo scopo di diffondere la cultura digitale attraverso un sistema di comunicazione web integrata e partecipativa, basata anche sull’ascolto attivo di cittadini ed organizzazioni appartenenti alle diverse categorie economiche (profit, non profit, ONG, Istituzioni pubbliche e politiche) per raggiungere adeguati livelli di accountability ed engagement. Negli ultimi anni, infatti, il digitale è stato il principale motore delle trasformazione organizzative. Tutto ciò rende necessaria una nuova strategia di comunicazione con professionisti in grado di promuovere efficaci strumenti di interazione e partecipazione e poter monitorare il livello di soddisfazione dei cittadini. I soli siti istituzionali non sono più in grado di garantire un accesso adeguato alle informazioni e non basta la semplice apertura di una pagina su Facebook, un account Twitter, un canale su YouTube.

“Siamo nel bel mezzo di una rivoluzione – afferma Arturo Siniscalchi, direttore FormezPA e vice presidente Aidr – perché finalmente in Italia si sta affermando la volontà di fare innovazione. Occorre una preliminare ed accurata strategia operativa dei contenuti editoriali e comunicativi per evitare di replicare anche online un dialogo monodirezionale, privo di un’effettiva interazione con i cittadini, e dotarsi di figure professionali in possesso di competenze specifiche, funzionali a garantire credibilità, nella prospettiva di promuovere un’efficace “web reputation”, costruita sfruttando le potenzialità tecniche e di comunicazione offerte dall’utilizzo efficace degli strumenti digitali. Così, per migliorare il dialogo web con cittadini, PA e aziende abbiamo instaurato una collaborazione con Città in Internet, che ha sempre privilegiato sull’elemento tecnologico il concetto di comunità, l’insieme di persone, imprese, amministrazioni pubbliche”.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *