Sky Go lancia 19 canali su iPad e iPad 2

//   31 agosto 2011   // 0 Commenti

sky_go

Le prime prove tecniche di trasmissione sono avvenute tra la fine di maggio e l’inizio di giugno quando sul canale 206 Sky mandò in onda anche in 3D le finali sia del Roland Garros sia della Champions League. E adesso il network italiano che fa capo a Ruperth Murdoch è pronto per proporre un intero spazio “tridimensionale”. Dal 6 settembre infatti prenderà il via un nuovo canale la cui programmazione sarà fruibile in 3D.

La presentazione ufficiale dell’iniziativa avverrà grazie a una conferenza stampa che sarà organizzata a ridosso della partenza delle trasmissioni, ma sul canale 150 della piattaforma è già disponibile una presentazione del palinsesto, nel quale troveranno spazio cinema, intrattenimento e sport. Inforcando gli occhialini, gli abbonati con un decoder HD potranno quindi vedere film in 3D, con le prime visioni in onda insieme alle prime dei tradizionali canali Sky in 2D, ma anche documentari e concerti di artisti internazionali. La parte del leone la farà però lo sport. Le anticipazioni promettono più di 100 eventi live: non è ancora disponibile la serie A di calcio, ma si potranno vedere partite di Champions League, Premier League, Liga Spagnola e Bundesliga. Inoltre ci saranno tornei di golf, rugby, tennis e agli sport americani. Quello che si appresta a fare il network è quindi un ulteriore passo avanti nella differenziazione della propria offerta rispetto a quella pay del digitale terrestre, sfruttando al meglio le potenzialità della trasmissione da satellite. Sky insomma scommette sulla disponibilità degli abbonati a dotarsi di un televisore dotato di tecnologia 3D, soprattutto in vista delle Olimpiadi di Londra nel 2012, acquistate in esclusiva da Sky e disponibili per la prima volta anche a tre dimensioni.

Intanto il gruppo ha anche presentato il 25 agosto Sky Go, una app che consente di vedere ben 20 canali Sky (tra cui 5 di Sport, 10 di Calcio, le news e gli approfondimenti di SkyTG24 e Sky- Sport24, l’intrattenimento di Sky Uno e 2 canali per contenuti extra/interattivi) su iPad e iPad 2 ed entro poche settimane anche su altri tablet di nuova generazione. Grazie a una semplice applicazione scaricabile gratuitamente, gli abbonati sono quindi ancora più “liberi di” fruire dei loro programmi preferiti in qualsiasi situazione, personalizzando sempre più la visione dell’offerta della piattaforma Sky.

L’applicazione Sky Go è scaricabile gratuitamente l’estensione dell’abbonamento per il servizio varia da 3 euro (per i clienti con Multivision oppure Home Pack) a 7 euro al mese (tutti gli altri abbonamenti). Per gli abbonati che sottoscrivono il servizio, Sky Go sarà gratuito fino al 31 dicembre. Per accedere ai contenuti video è però necessario registrarsi al sito Sky.it. Ogni abbonato potrà poi consultare i dettagli della programmazione attraverso l’apposita Guida TV, scegliendo i propri canali preferiti e creando un palinsesto fatto su misura; una volta scelta la programmazione, grazie alla funzione Promemoria, l’utente riceverà un avviso poco prima dell’inizio del programma selezionato.

Queste non sono tuttavia le uniche novità estive in casa Sky Italia. News Corporation ha infatti annunciato la nomina di Andrea Zappia ad amministratore delegato della società. Già managing director, customer group di BSkyB, Zappia ha assunto il suo nuovo ruolo dall’1 agosto, sostituendo Tom Mockridge recentemente nominato chief executive di News International. Il manager era entrato in BSkyB nel febbraio 2010, con il compito di guidare la direzione vendite, marketing e operazioni, ruolo da cui dipendono l’acquisizione dei nuovi clienti e la loro gestione per l’offerta pay tv, broadband e telefonia. Il team guidato da Zappia in BSkyB ha portato l’azienda inglese a superare il traguardo dei 10 milioni di abbonati all’offerta pay tv e a raggiungere gli oltre 3 milioni di clienti broadband e voce diventando così l’operatore del settore più in crescita nella Gran Bretagna. Precedentemente Zappia ha lavorato in Sky Italia per sette anni, e ancora prima ha svolto diversi ruoli di senior manager in aziende come Ferrari, Fila e Procter & Gamble.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *