Simposio “Anziani, una risorsa da valorizzare”

//   22 aprile 2015   // 0 Commenti

Simposio7Maggio2015invitoweb 724x1024Il simposio è organizzato dall’associazione culturale “L’Alba del Terzo Millennio”, presieduta da Sara Iannone. Si svolgerà a Roma giovedì 7 maggio 2015 a Palazzo Ferrajoli

Introdotto dal professor Eugenio Gaudio, Magnifico Rettore della “Sapienza” Università di Roma, dal professor Giuseppe Nisticò, Direttore Generale dell’Ebri Rita Levi-Montalcini Institute, e dal professor Vincenzo Sanasi D’Arpe, commissario straordinario del gruppo IDI, il simposio proporrà un programma di interventi da parte dei più autorevoli esponenti della ricerca e della cura delle patologie legate all’invecchiamento; le analisi e gli approfondimenti porranno particolare attenzione alle nuove tecnologie e alle nuove scoperte che, dove non riescono a prevenirle, ne riducono l’impatto o ne posticipano la comparsa rendendo la terza età una fase della vita umana sempre più piacevole.  Moderati da Michele Mirabella, conduttore di Elisir, a partire dalle ore 16,00 saliranno al tavolo dei relatori: Professor Carlo Caltagirone, direttore scientifico IRCCS Fondazione Santa Lucia di Roma, sul tema: “Si può
prevenire l’ invecchiamento cerebrale?”; Professor Vincenzo Marigliano, ordinario di Gerontologia e Geriatria alla facoltà di Medicina e Chirurgia alla “Sapienza” Università di Roma, sul tema: “Medicina predittiva e decadimento cognitivo”; Professor Antonio Cherubini, Associato presso la sezione di Gerontologia e Geriatria del Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale della Facoltà di Medicina e Chirurgia, dell’Università degli Studi di Perugia, sul tema: “Clinical trials negli anziani”; Professor Francesco Violi, direttore dell’unità di Medicina interna C – “Sapienza” Università di Roma, sul tema – “Polifenoli, elisir di lunga vita”.
Alle ore 18,00 si aprirà un dibattito. Al termine un coffee break per i saluti. Il simposio è organizzato dall’associazione culturale “L’Alba del Terzo Millennio”, presieduta da Sara
Iannone che sarà presente e porterà un saluto prima dell’apertura dei lavori: “Dare una definizione di anziano oggi, sia in termini anagrafici sia in termini di condizioni fisiche e mentali, è sempre più difficile – afferma il presidente Iannone – e le esigenze e le opportunità che questo comporta aumentano e si trasformano anno dopo anno. Per questo vorrei che si ponesse maggiore attenzione sul nuovo volto della terza età, sulle trasformazioni culturali e sulle innovazioni scientifiche e tecnologiche che l’hanno disegnato e sulle nuove opportunità e sulle
nuove esigenze che questo ha prodotto. La ricerca scientifica gioca un ruolo determinante per offrire ai nuovi anziani, non solo una maggiore longevità ma soprattutto una condizione di vita sempre più attiva e autosufficiente.”.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *