Sicurezza stradale: IV Forum Internazionale EasyWay “Roads for tomorrow” e TEN-T Days 2011

//   7 dicembre 2011   // 0 Commenti

its 300x220L’AISCAT persegue da tempo, tra i vari obiettivi di breve e lungo periodo, uno di indubbia importanza: la sicurezza stradale. Infatti, EasyWay é un progetto cofinanziato dalla Commissione europea (Programma Multi-Annuale 2007-2013) che vede impegnate, a livello pan-europeo, numerose realtà nel favorire il perfezionamento ed uno sviluppo armonizzato dei sistemi intelligenti di trasporto (ITS – Information Technology Services) sui principali corridoi TEN-T – settore stradale. Quest’anno il Forum intitolato “Le strade per il domani” ha dato la possibilità a rappresentanti istituzionali di calibro nazionale ed internazionale, operatori pubblici e privati, esperti e parti interessate di confrontarsi sullo stato attuale e sugli sviluppi futuri nel settore dei trasporti. “Sono felice di prender parte a questo dibattito e portare il mio contributo da un punto di vista europeo. Sono favorevole ad inserire i sistemi di trasporto intelligente (ITS) nelle reti TEN-T”, ha confermato l’onorevole Cancian “quali strumenti fondamentali per garantire un futuro tecnologico al sistema europeo di trasporti.

TEN-T Days ad Anversa

La città di Anversa, che vanta uno dei primi porti in Europa per il dislocamento delle merci, ha visto legislatori provenienti da tutta l’Unione Europea ed operatori del settore riunirsi durante le ormai tradizionali giornate di studio promosse dalla Commissione europea per discutere di problematiche ed opportunità nel settore dei trasporti,delle infrastrutture e della logistica in ambito europeo.
Le giornate hanno permesso all’Onorevole Cancian di partecipare insieme al Commissario ai Trasporti Kallas, nonché a ministri, eurodeputati e parti interessate ad un ampio confronto sul nuovo quadro TEN-T, partendo dalla recente revisione dei network proposta dalla Commissione europea lo scorso 19 ottobre. Esiste la necessità stringente di confrontarsi su come il nuovo quadro di pianificazione potrà garantire che gli sforzi comuni si concentrino davvero sulle infrastrutture aventi valore aggiunto di tipo europeo.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *