Scossa di terremoto 4.9 nel Nord Italia. Epicentro a Reggio Emilia, avvertita anche a Milano

//   25 gennaio 2012   // 0 Commenti

scossa terremoto 300x187La terra trema nel nord Italia. Intorno alle 9 di stamattina, una scossa di terremoto di magnitudo 4.9 con epicentro a Poviglio, Brescello e Castelnovo di Sotto (provincia di Reggio Emilia) è stata avvertita in Emilia e Lombardia, fino a Milano, dove alcuni palazzi alti hanno paurosamente oscillato.
Secondo le rilevazioni dell’Ingv, Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia,  l’epicentro del terremoto è a 33 chilometri di profondità. Ma la terra aveva già tremato stanotte nella provincia di Verona: una scossa di magnitudo 4.2 che si è ripetuta stamattina con minor forza (2.9) nei dintorni di Marano di Valpolicella, Fumane e Negrar. Il terremoto, fortunatamente, non sembra aver provocato danni a persone o cose.

La forte scossa di terremoto, avvertita alle 9,10, ha gettato nella paura la città di Parma e la provincia. Per alcuni interminabili istanti le vibrazioni hanno fatto oscillare gli edifici. Molte persone sono scese in strada per mettersi in sicurezza. In diverse case sono caduti suppellettili e in alcuni stabili dei calcinacci sono finiti a terra.

Al momento i vigili del fuoco e il 118 non segnalano situazioni di emergenza. E’ stata gran parte dell’Italia del nord a tremare stamane a cominciare da Verona, poi Milano, Torino, Liguria e l’Emilia. Nel Nord Italia la magnitudo è stata di 5.1 gradi. In corso a Roma un vertice tra Protezione civile e funzionari della sala sismica dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia per valutare la situazione dopo le diverse scosse di terremoto che sono state avvertite a Verona, Milano, Torino, in Emilia e Liguria.

Secondo i carabinieri non ci sono al momento segnalazioni di feriti, nè di danni particolarmente rilevanti. I militari stanno concentrando le verifiche in particolare nella fascia più vicina all’epicentro che comprende, come detto, i comuni di Boretto, Brescello, Campegine, Gattatico, Castelnovo di Sotto e Poviglio.

Intasati i centralini di vigili del fuoco e della protezione civile per avere informazioni. Problemi si sono registrati anche alle reti mobili della telefonia.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *