Scontro al vertice…

//   25 settembre 2012   // 0 Commenti

nap-LAZ

Dopo l’anticipo di ieri sera tra Fiorentina e Juventus (deludente 0-0), stasera prenderanno il via altre 8 gare di Serie A: Pescara-Palermo sarà l’anticipo (ore 18:30), mentre le altre 7 saranno in contemporanea, alle 20:45; a chiudere la 5° giornata del campionato italiano ci penseranno invece Siena e Bologna, giovedì sera.

Vediamo quindi nel dettaglio le 8 partite di oggi, mercoledì 26 settembre 2012.

PESCARA-PALERMO (ore 18:30)

Gli ultimi due precedenti tra queste squadre si sono svolti entrambi in Serie B, nella stagione 2003-2004: i rosanero vinsero allora sia in Sicilia (2-1) che a Pescara, per 0-2 (oggi a quota 13.50). Il Pescara è reduce dal primo punto stagionale, ottenuto sul campo del Bologna in rimonta. Le 3 sconfitte iniziali, però, lo costringono al penultimo posto in classifica…a pari merito proprio con i palermitani. Gli abruzzesi non hanno fin qui guadagnato neanche un punto tra le mura amiche, sarà questa la volta buona? Credo di si… Il Palermo ha cambiato allenatore ma non risultati: con Gasperini è infatti arrivata la 3° sconfitta stagionale, su 4 partite. Anche se l’ex c.t. di Genoa ed Inter non mi entusiasma troppo (con le sue difese “a tre”, in un campionato che vince sempre chi subisce meno reti!), bisogna riconoscere che il Palermo è stato molto migliore a quello precedentemente visto: nel primo tempo contro l’Atalanta avrebbe meritato il vantaggio…anche se, alla fine, ha perso 1-0. Le generose (per non dire imbarazzanti) retroguardie potrebbero concedere almeno un goal agli avversari: quota 1.70 per l’ipotesi che entrambe le squadre raggiungano la rete. Io però ho deciso di rischiare…se il Pescara non vince oggi, in casa e contro una diretta rivale, quando vincerà? Il segno “1″ è quotato bene, a 2.50; per il risultato esatto credo che il più probabile sia il solito 1-1 (quota 6.00)…ma io vedo tanti goal: il 3-1 sarebbe pagato quasi 20 volte, niente male!

CATANIA-ATALANTA (ore 20:45)

Non vi aspettate goal a raffica e rocamboleschi rovesciamenti: nelle ultime 7 partite tra Catania ed Atalanta sono stati segnati soltanto 6 goal, grazie anche al doppio 0-0 (oggi a quota 7.25) della stagione 2010-2011. L’anno scorso a Bergamo finì 1-1, mentre sotto l’Etna il Catania vinse 2-0, risultato oggi a quota 9.00. L’ultima vittoria bergamasca a Catania è targata 2007: quella volta i nerazzurri si imposero per 1-2 (oggi a quota 12.50). Tra i precedenti più memorabili vale la pena di citare un sorprendente 4-1…che oggi sarebbe quotato, per una strana coincidenza, a 41.00! Era, però, la Serie B…tutta un’altra cosa! Stasera il Catania parte favorito, almeno per i bookmakers. Essere riusciti ad arginare il Napoli con un uomo in meno…non è da tutti. Inoltre è davvero difficile vincere in trasferta al Massimino. Allora vincerà il Catania o sarà pareggio? Tagliamo la testa al toro: sarà una partita con massimo 2 goal: quota 1.65 per il segno under. Risultati esatti? 1-0 a quota 7.00 o 1-1 a quota 6.00.

CHIEVO-INTER (ore 20:45)

Negli ultimi 3 precedenti contro il Chievo, l’Inter ha sempre vinto; l’anno scorso si impose a Verona per 0-2 (oggi a quota 11.00, ottima), mentre nell’anno precedente fu sconfitta dai padroni di casa per 2-1 (oggi in lavagna a 10.50). Tra i risultati più imprevedibili, ricordiamo i 2-2 del 2009 e del 2004, entrambi al Bentegodi. Il Chievo è reduce da 3 sconfitte consecutive e vorrà certamente tornare a far punti, specie davanti al proprio pubblico. L’Inter se non è in crisi…poco ci manca: nelle ultime 3 gare ufficiali (incluso il Rubin Kazan in Champions), ha ottenuto la miseria di un punto, incassando 2 sconfitte e ben 7 goal: scolapasta! Tuttavia, nonostante queste pessime premesse, reputo troppo alta la quota relativa alla vittoria della squadra milanese: quota 2.40 per il segno “2″…io me la gioco! Per i risultati esatti non riesco ancora a farmi un’idea precisa: se sarà una partita giocata su ritmi bassi, allora 0-1 (quota 7.50); se invece dovessero segnare già nel primo tempo…allora 1-2, a quota 9.50.

GENOA-PARMA (ore 20:45)

Preparate il pallottoliere: negli ultimi 6 precedenti tra Genoa e Parma…sono state messe a segno ben 21 reti! Più di 3 a partita, in media. Inoltre, in tutti questi 6 match, entrambe le squadre hanno sempre segnato almeno una rete a testa… L’anno scorso ad esempio, così come nel 2009, a Genova finì con il risultato di 2-2, oggi in lavagna a quota 15.00. L‘ultimo successo emiliano al Marassi risale invece al lontanissimo 1998: quella volta il Parma si impose per 0-1…ma era la Coppa Italia!!! Molto più recente, ovviamente, l’ultimo successo rossoblu in casa: nel 2011 vinsero per 3-1 sui ducali, risultato oggi quotato a 17.00. Non fatevi ingannare dai 3 punti “rubati” all’Olimpico: il Genoa non sta giocando bene e vi spiego perchè. Vinceva 2-1 a Catania…ma poi ha perso 3-2; vinceva 1-0 contro la Juventus…ma poi ha perso 1-3! infine nell’ultima partita, contro la Lazio, non ha fatto altro che difendere. Dopo aver ringraziato la traversa (centrata da Hernanes nella ripresa), la squadra ligure ha ottenuto il massimo risultato con il minimo sforzo. Il Parma è reduce dal delirio interno contro la Fiorentina, nel quale solo nei minuti di recupero ha raggiunto un pareggio abbastanza meritato. Il loro “garage” di attaccanti è ben rifornito, ma speriamo che Amauri recuperi presto la miglior condizione…è un peccato vederlo parcheggiato nella lunga panchina, sarà mica appena tornato dalla Crociera? Partita davvero difficile da pronosticare, sia per il segno (1,X o 2?) ma soprattutto per il risultato esatto, che, come detto, potrebbe rivelarsi da over fisso (oggi a quota 1.90…non male, per la verità). Allora per cambiare vi propongo 2 alternative, i cosiddetti parziali/finali. Secondo me la squadra che vincerà al primo tempo (ammesso che non finisca in parità)…sarà poi recuperata e sconfitta nella ripresa! Pronostico sicuramente azzardatissimo, ma quote davvero appetitose: il 2/1 (vince il Parma al 1° tempo e poi perde a fine partita) paga 26 volte a 1, mentre l’ 1/2 (vince il Genoa al 1° tempo e poi perde a fine partita) sale fino a sfiorare quota 30…

MILAN-CAGLIARI (ore 20:45)

Le ultime 7 volte che il Milan ha affrontato il Cagliari…ha sempre vinto. Tra i risultati più clamorosi citiamo il 4-1 del 2011 (oggi a quota 26.00) ed il rocambolesco 4-3 del 2009, risultato che oggi è ovviamente super-quotato…a 200.00!!! Il c.t. Allegri, ex del Cagliari, sarà squalificato per questo match, così come Boateng e Zapata. Nelle ultime 3 gare disputate al San Siro, i rossoneri non hanno mai segnato: 0-1 con la Sampdoria, 0-0 con l’Anderlecht e di nuovo 0-1 contro la Sampdoria! Il Cagliari è reduce dalla follia di Cellino, che ha di fatto regalato 3 punti alla Roma: vittoria a tavolino, per 0-3! Per questa partita l’attaccante Sau potrebbe ritornare in panchina mentre in avanti spazio al tandem Pinilla-Ibarbo…due pessimi clienti, per la fragile difesa del Milan. Il Cagliari non sembra certo imbattibile, ma se il Milan non troverà il goal nei primi minuti…potrebbe realizzarsi un’altra sorpresa: questa volta lo 0-1 pagherebbe più di 13 volte! Il Milan non può più fallire, ma dovrà far fronte a numerose assenze, oltre ad una scarsa prolificità offensiva, interrotta dall’illusione della tripletta di Pazzini a Bologna. Non so se alla fine il Milan riuscirà a spuntarla, nonostante sia, di fatti, favorito (quota 1.60 per il segno “1″): allora mi gioco l’under (quota 1.80) e 2 pareggi: l’ 1-1 a quota 7.00 ed un improbabile 2-2 a quota 16.00.

TORINO-UDINESE (ore 20:45)

L’ultimo precedente tra queste 2 formazioni risale al 2009, quando a Torino i padroni di casa vinsero 1-0 (oggi a quota 7.00). Negli ultimi 4 match disputati in casa contro l’Udinese, il Torino ha perso ben 3 volte, con l’ultima vittoria friulana a Torino che risale al 2008: lo 0-1 (così finì quella volta) sarebbe oggi pagato a 9. Ma il precedente indubbiamente più clamoroso risale a due anni prima, quando i bianconeri vinsero 2-3, risultato oggi a quota 40.00! Il Torino è una squadra solida e difficile da battere, ma non mi sembra lo “squadrone” che in molti avevano esaltato dopo la prima partita interna (3-0 al Pescara). Il successo dell’Udinese contro il Milan, ha finalmente permesso ai friulani di respirare…dopo le 2 sconfitte dell’esordio stagionale (completate da un pareggio subito in rimonta). L’Udinese mi sembra la squadra più completa delle due e, sebbene sia comunque difficile battere il Toro nella sua “stalla”, proverò a giocare la sua vittoria in trasferta, a quota 3.25 (la stessa della X). Per chi volesse “coprirsi”, preferibile la doppia chance: X2 a quota 1.60. Secondo gli addetti ai lavori non sarà una partita ricca di goal: proviamo quindi con l’ 1-1 a quota 6.00 e con lo 0-2…a quota 15.00!

ROMA-SAMPDORIA (ore 20:45)

Negli ultimi 6 precedenti tra Roma e Sampdoria giocati all’Olimpico, i giallo-rossi hanno vinto ben 5 volte…ma scommetto che tutti voi ricordate quell’unica, nefasta sconfitta interna! Era il 25 Aprile del 2010 e la Roma era prima in classifica a poche giornate dalla fine del campionato; l’unico match di rilievo era rappresentato proprio da quel Roma-Sampdoria, seppur giocato tra le mura amiche. Il giorno della Liberazione inizia nel migliore dei modi, con capitan Totti che porta in vantaggio la Roma dopo soli 8 minuti. Nel secondo tempo, però, una Sampdoria a caccia di un posto in Champions siglerà una storica rimonta, firmata dalla doppietta di un certo Pazzini: è la fine del sogno romano, lo scudetto andrà all’Inter…  Quell’ 1-2 sarebbe oggi quotato a 15.50, poichè la Roma è la favorita dei bookmakers (quota 1.65 per la sua vittoria)…ma, visto il boemo in panchina, niente è impossibile! Nella formazione blucerchiata, però, mancherà il bomber argentino: Maxi Lopez. L’ultima vittoria romanista coincide invece con l’ultimo precedente tra le 2 squadre: nel 2011, all’Olimpico, finì 3-1, risultato oggi a quota 10.50. Pronostico difficile, con l’over praticamente inutile da giocare (a quota 1.40). Proviamo con la X ( quota 3.90), con il 2-2 (quota 12.00) e con lo storico 1-2. E’ vero, la Roma è più forte della Sampdoria, almeno sulla carta, ma Ciro Ferrara (bandiera storica della Juventus) vorrà sicuramente prendersi una “rivincita” su Zeman, che ha accusato la sua “vecchia signora” di aver, senza troppi giri di parole, rubato qualche scudetto! Poi la Roma sarà libera di stravincere e smentirmi…ma le quote in tal senso non mi entusiasmano affatto.

NAPOLI-LAZIO (ore 20:45)

Eccoci finalmente giunti allo scontro al vertice: se Sampdoria e Roma sono rispettivamente 4° e 5° in classifica, Napoli e Lazio sembrano poter rappresentare le uniche alternative, almeno per il momento, al monopolio targato Juventus, che pure rimane “inarrivabile” e già solitaria in vetta. Entrambe le formazioni vengono da una giornata in cui hanno raccolto poco o niente, rispetto alle previsioni. Lo 0-0 del Napoli è comunque un buon risultato, perchè ottenuto nel fortino di Catania…ma puzza di occasione persa, con gli etnei in 10 uomini già dal 2° minuto. La Lazio, dopo aver letteralmente strappato uno 0-0 alla White Hart Lane (con il Tottenham), è riuscita a perdere in casa contro il Genoa (0-1), pur dominando l’incontro. Seconda gara di fila senza segnare, ma contro i liguri Petkovic aveva fatto largo uso del turn over…cosa che sarà praticamente impossibile da vedere oggi: Klose, Dias e Mauri dovrebbero tutti tornare titolari. I precedenti tra queste 2 formazioni ci parlano di noie mortali (0-0 sia l’anno scorso che nel 2009, sempre a Napoli) intervallate da maree di goal: clamoroso, a tal proposito, il 4-3 del 2011 al San Paolo, con il Napoli miracolosamente in rimonta grazie ad una superba tripletta del matador Cavani. L’ultima vittoria capitolina (sempre al San Paolo) risale invece allo 0-2 del 2009, che oggi sarebbe quotato a 23.00…davvero troppo! Infine vale la pena di ricordare un’altra “classicissima” passata alla storia: nel 2001 la Lazio vinse a Napoli rispondendo alla doppietta di Amoruso con i goal di Nedved, Ravanelli ed un’altra doppietta, quella di Crespo: finì 2-4…oggi a quota 125.00!!! Pronostico difficilissimo con le due squadre che non hanno certo facilitato il compito, nè ai bookmakers nè a me, in queste ultime 2 gare (Europa League inclusa). In questo caso bisogna scegliere la quota con il miglior rapporto tra qualità (o meglio probabilità) e prezzo…proprio come quando fate la spesa! La vittoria del Napoli (segno “1″) è quotata a 1.85; la vittoria della Lazio è quotata a 4.10 (più del doppio!); la doppia chance X2 è invece a quota 1.85, esattamente come il segno “1″. In conclusione con l’ X2 avremmo la stessa quota dell’ 1…ma  2 risultati su 3 a disposizione (X2), invece di 1 solo (1, appunto). Per i risultati includiamo i goal di entrambe le formazioni: o 1-2 (quota 13.00) o 2-1 (quota 8.00), con i due allenatori che difficilmente si accontenteranno del pareggio.

Buon mercoledì sera…e non dimenticatevi di Siena-Bologna, domani su Mondoliberonline!


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *