“Concorso d’Eleganza Villa d’Este” a Cernobbio 2014: le auto storiche più belle del mondo

//   4 giugno 2014   // 1 Commento

Eleganza con Lancia Aprilia type 239 - ph Masha Sirago

lago foto Masha Sirago 300x224

ph Masha Sirago

A Villa d’Este a Cernobbio han sfilato dal 23 al 25 maggio 2014  le auto d’epoca e da collezione più belle del mondo, costeggiando il lago di Como e facendo sognare i visitatori, appassionati, collezionisti e amanti delle quattroruote. Qui, 85 anni fa, ebbe luogo per la prima volta un concorso di bellezza per auto, e oggi il Concorso d’Eleganza Villa d’Este rivolgendosi al passato ma con lo sguardo verso il futuro vuole comunicare i sogni e i desideri realizzabili nel campo delle automobili.

Alfa Romeo 6C 1750 GS ph Masha Sirago 300x225

Alfa Romeo 6C 1750 GS -ph Masha Sirago

Tra le numerose d’auto d’epoca, l’85esima edizione del Concorso d’Eleganza di Villa d’Este – organizzato da dieci anni a questa parte congiuntamente da BMW Group Classic e dal lussuoso hotel Villa d’Este- ha visto il pubblico emozionarsi e decretare vincitrice la vettura Alfa Romeo 6C 1750 GS, 6 cilindri, 1752 cm3, Spider Zagato/Aprile del 1931, portata a Cernobbio da Corrado Lopresto che ha ricevuto l’ambitissima Coppa d’Oro.

particolare Maserati V4 Sport ph Masha Sirago 300x224

particolare Maserati V4 Sport - ph Masha Sirago

Maserati V4 Sport ph Masha Sirago 300x224

Maserati V4 Sport - ph Masha Sirago

Va ricordato che sin dal 1931 l’Alfa Romeo 6C 1750 Gran Sport, carrozzata come spider da Zagato, era considerata un vero gioiello, un purosangue con già all’attivo diversi successi nella Mille Miglia. Con questo esemplare con motore sovralimentato i suoi proprietari parteciparono a varie competizioni nazionali. Nel 1938 l’auto fu acquistata dalla Carrozzeria Aprile di Savona per 4.000 lire. Aprile equipaggio la Spider con una speciale carrozzeria areodinamica disegnata da Mario Revelli de Beaumont. Acquistata dall’attuale proprietario nel 2008, la vettura sportiva fu sottoposta a un meticoloso restauro che le ha permesso di riconquistare il favore del pubblico e di ricevere diversi riconoscimenti nelle manifestazioni dedicate alle vetture d’epoca.

Il Design Award for Concept Cars & Prototypes, assegnato sempre per Referendum Pubblico nei giardini di Villa Erba, è stato vinto dalla Maserati “Alfieri” mentre un’altra Maserati, modello 450 S (è il secondo dei soli nove esemplari di questo tipo che furono prodotti nel 1956), si è aggiudicata il premio “Best of Show”. “Mi piace collezionare auto d’epoca ed amo molto quelle italiane” riferisce Laurence Auriana che sfila con una straordinaria Maserati V4 Sport del 1929, 16 cilindri, 3961 cc, colore verde e vincitrice della speciale classifica “Maserati – i primi cento anni” (http://youtu.be/lpT9I5JcFF0) mentre la Maserati A6GCS Berlinetta Pinin Farina 1953 di proprietà di Matteo Panini si è aggiudicata il Trofeo Auto & Design per lo stile. La prestigiosa casa emiliana ha conquistato anche il premio Best of Show – Trofeo Bmw Group con la Maserati 450 S telaio 4502 carrozzata Fantuzzi del 1956, vettura da competizione di proprietà di Albert Spiess, collezionista e imprenditore svizzero. “E’ la spider più iconica di tutti i tempi”ha detto al microfono il presentatore davanti ad una estasiata platea nel mentre l’auto si faceva ammirare sul red carpet attorniata da due splendide modelle.

un momento della sfilata ph Masha Sirago 300x224

un momento della sfilata - ph Masha Sirago

eleganza al Concorso ph Masha Sirago 224x300

eleganza al Concorso - ph Masha Sirago

Rolls Royce esposizione ph Masha Sirago 300x224

Rolls-Royce esposizione - ph Masha Sirago

simbolo Rolls Royce ph Masha Sirago 224x300

simbolo Rolls-Royce - ph Masha Sirago

Il marchio di lusso Rolls-Royce ha celebrato quest’anno i suoi 110 anni di vita. L’occasione perfetta, quindi, per presentare la tradizione, la varietà, la personalizzazione, la qualità dei materiali e la perfezione artigiana che contraddistinguono le Rolls-Royce. Il marchio ha saputo conservare fino a oggi la sua continuità e il suo livello, come risulta evidente dagli accoppiamenti di dieci speciali vetture Rolls-Royce (ingl.: motor cars) di oggi e di ieri. Simbolo inconfondibile della tradizione automobilistica britannica è la statuetta alata sul radiatore delle vetture Rolls-Royce che accompagna la storia del marchio sin dal 1911. “Spirit of Ecstasy” è la mascotte dello showroom in bronzo silver-plated. (http://youtu.be/5lPv0V9iOnM)

Lancia Aurelia B24 foto Masha Sirago 300x224

Lancia Aurelia B24 -foto Masha Sirago

“Ho una collezione di venti auto ed è la prima volta per me a Villa d’Este  con la mia auto Lancia Aurelia B24 Spider America 1955” ha raccontato Franz Kaiser, Chairman for The Classic Car Trust from Vaduz, Lichtenstein.

I progetti visionari delle concept cars hanno meritano particolare attenzione: F.lli Frigerio “Berlinetta SS”, Infiniti Q30 Concept Crossover, Giugiaro “Parcour”, Volvo Concept “Estate”, Maserati “Alfieri” e Alvise Zeno, ufficio comunicazione Zagato: “ Nei 95 anni del marchio Zagato (1919-2014) l’atelier milanese partecipa con due vetture speciali: l’Aston Martin DBS Centennial e la Lamborghini 5-95 Zagato. E’ la celebrazione dell’automobile sartoriale realizzata su misura per il cliente collezionista”.

Lamborghini 5 95 Zagato ph Masha Sirago 300x224

Lamborghini 5-95 Zagato - ph Masha Sirago

Uno sfavillante programma di supporto intitolato “Il Grande Gatsby”, ha rievocato i “Roaring Twenties” e le origini dei “Days of Elegance” dell’evento. “Mi piace l’atmosfera che si respira durante la manifestazione, in particolar modo per gli abiti retrò indossati disinvoltamente soprattutto dalle donne e non soltanto perché sfilano accompagnando le auto concorrenti” si è così espressa Margherita Cavaglià, hostess durante l’evento e “vengo qui ogni anno e trovo la manifestazione splendida, una delle più appaganti che abbia mai visto perché le macchine esposte sono le più belle del mondo, le più rare e il presentatore Simon Kidson è straordinario nel presentare la sfilata d’auto accattivandosi il pubblico di tutte le nazionalità” conclude un appassionato visitatore Maurizio Marangoni di Milano.

Le classi delle auto d’epoca : Classe A – Rolls-Royce – 110 anni di eccellenza; Classe B – Il grande Gatsby – automobili degne di un principe; Classe C – Via col vento – lo stile aerodinamico degli anni ’30;  Classe D – Villa d’Este – automobili italiane d’alta moda; Classe E – Da St. Tropez a Portofino – in due col vento in faccia; Classe F – Le fuoriserie – sogni irripetibili; Classe G – Maserati – i primi cento anni; Classe H – Piloti per diletto – dalla pista al teatro;  Classe I – Da corsa – in gara per la gloria.

Premiazione finale ph Masha Sirago 300x224

Premiazione finale - ph Masha Sirago

La premiazione è cominciata alle ore 17.30 di domenica 25 maggio ed ogni vettura ha sfilato di fronte al pubblico mentre lo speaker ne descriveva alcuni dettagli. Ai vincitori di ogni classe è stato consegnato un premio e un attestato.

Presidente della Giura, Carlo Perelli. Presidente del Concorso d’Eleganza Villa d’Este, Ulrich Kniepsò. I membri della giuria 2014: Lorenzo Ramaciotti, Ian Cameron, Winston Goodfellow, Hideo Kodama, Harm Lagaaij, Charles Lord March, Adolfo Orsi, Stefano Pasini, Patrick le Quément, Martin Roht, Carlo Otto Brambilla – Secretary of the Jury.

La giuria delle Concorso riservato alle motociclette  – composta da Carlo Perelli, Mick Duckworth, Edgar Heinrich, Francois-Marie Dumas, Paul d’Orleans, Luca Bizzarri – ha decretato vincitore la Opel Motoclub Supersport (1929, Germania), 1 cilindri, 496 cc, di proprietà Matthias Hünn (DE) che si è aggiudicato il Trofeo BMW Group dedicato alle motociclette storiche. Nei parchi di Villa Erba è stata allestita una mostra di motocicli di particolare pregio e significato storico, ospitando due moto a quattro cilindri dagli Stati Uniti. Entrambe provengono dal costruttore William Henderson, e negli anni ’20 rappresentavano il sogno di ogni motociclista.

motociclette ph Masha Sirago 300x230

motociclette - ph Masha Sirago

ph Masha Sirago2 300x224

ph Masha Sirago

Ecco tutti i premi assegnati dalla giuria del Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2014: Coppa d’Oro Villa d’Este (Best of Show by Public Referendum at Villa d’Este) to Alfa Romeo 6C 1750 GS (1931); Trofeo FIVA (to the best preserved pre war-car) to Rolls-Royce Silver Ghost (1908);  Trofeo ASI  (to the best preserved post war-car) to Hudson Italia Prototype H01 (1953); Trofeo Automobile Club di Como (to the car driven from farthest away) to Mercedes-Benz 300 SL (1958); Trofeo BMW Group Classic (for the most sensitive restoration by the Jury) to Lancia Astura Type 233 (1936); Trofeo Rolls-Royce (to the most elegant Rolls-Royce by the Jury) to Rolls-Royce Silver Cloud III (1963); Trofeo Vranken Pommery (to the best iconic car by the Jury) to Shelby American 427 Competition Cobra (1965); Trofeo Foglizzo (the best interior design by the Jury) to Mercedes-Benz 300 SL Alloy (1955); Trofeo Roeckl (for the best overall appearance of car, driver and passenger by the Jury) to Hispano Suiza H6 B (1922) (http://youtu.be/OKncKpfFDEk); Trofeo Auto & Design (to the most exciting design by the Jury) to Maserati A6GCS (1953). Sito ufficiale: www.concorsodeleganzavilladeste.com(Testo e foto ©copyright Masha Sirago, mashasirago@gmail.com)

ph Masha Sirago1 224x300

ph Masha Sirago

 


Tags:

auto d'epoca

BMW

Cernobbio

Concorso d'Eleganza Villa d'Este

italia

mashasirago


Articoli simili:

1 COMMENT

  1. By Gianfranco Struzzi, 18 giugno 2019

    Articolo molto interessante, finalmente qualcuno che non parla solo in termini tecnici di auto, ma inserendo nella descrizione del luogo e delle auto e motori un tocco di umanità, anche con le brevi interviste ai proprietari delle auto in concorso e ai visitatori dell’evento.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *