Sciopero trasporti

//   22 luglio 2011   // 0 Commenti

sciopero1Venerdì nero per tutta l’Italia. Lo sciopero nazionale di 24 ore, indetto dalle organizzazioni sindacali “a sostegno della vertenza per il nuovo contratto della mobilità, che interessa oltre 200 mila persone”, da tre anni in attesa di rinnovo, avrebbe – a detta dei sindacati e dei fruitori dei mezzi di trasporto pubblico – adesioni altissime. A risentirne in modo particolare le maggiori città italiane quali Milano, Roma, Napoli, Torino e Firenze; anche in Veneto però si registra un esteso consenso alla protesta tra gli autotrasportatori, e la situazione sembra decisamente allarmante a Venezia dove, ad incrociare le braccia sono stati circa il 91,3 % degli autisti della società di vaporetti, bus e tram. La grande adesione allo sciopero ha di conseguenza creato grandi intasamenti nelle aree a maggior flusso automobilistico: oltre al popolo vacanziero infatti, molti lavoratori si sono visti costretti a muoversi con il proprio mezzo di trasporto, creando una situazione di caos e sovraffollamento nelle principali arterie stradali. Inferiore invece l’adesione alla protesta nel settore della navigazione, che è riuscita così a garantire corse ogni 20 minuti a Venezia, ogni 30 tra Lido e ospedale civile, mentre in mattinata sono partiti 8 ferry boat dal Tronchetto.

 


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *