Senato, ok al decreto svuota-carceri

//   26 gennaio 2012   // 0 Commenti

manicomi criminali

La legge, così come approvata dal Senato – spiega il senatore Ignazio Marino, presidente della commissione – indica le caratteristiche e sancisce tempi certi per l’individuazione delle nuove strutture, interamente a carattere ospedaliero con una rete di vigilanza esclusivamente esterna, che permetteranno di superare gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari. Il termine è il 31 marzo 2013. “Questo voto responsabilizza tutti – dice il senatore – Stato Regioni, Magistratura. Nessuno potrà più dire ‘io non sapevo’ o ‘io non posso’, perché queste 1.500 persone internate, nella maggior parte dei casi senza garanzia delle cure e senza rispetto della loro dignita’, devono da tutti noi essere percepite come una ferita ed una vergogna nel nostro vivere civile”.

Soltanto così i folli, autori di un reato, potranno essere curati nel rispetto della dignità umana. “È importante intervenire su questa realtà – dice ancora Marino -. Basti pensare che dei 1500 pazienti rinchiusi negli Opg, poco più della metà (il 60%) è internato perché ritenuto socialmente pericoloso. Tutti gli altri non sono stati liberati perché non hanno un progetto terapeutico, non hanno una famiglia che li accolga o una Asl che li possa assistere. E’ come se fossero rifiutati dai “loro” territori perché mancano le risorse”.

Ma dove andrà chi è dentro? “Ci saranno strutture sanitarie in ogni Regione, le deciderà un decreto congiunto a firma del ministero della Giustizia e della Salute. Ognuna avrà un team composto da psicologi, psichiatri e personale medico pronto ad affrontare le esigenze dei malati autori di reato. La polizia penitenziaria invece farà vigilanza esterna”.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *