Scegliere la zanzariera: qualche consiglio

//   11 settembre 2017   // 0 Commenti

zanzariera

Zanzariera 300x225Scegliere le zanzariere più adatte alla propria casa permette di rendere il posto in cui si vive più accogliente, evitando che venga infestato da insetti a dir poco fastidiosi. Ma come si può sapere qual è il prodotto che è davvero in grado di assecondare ogni esigenza? Nel caso in cui a dover essere schermate siano delle finestre, le proposte su cui si può contare sono molteplici: le zanzariere avvolgibili costano poco e sono molto diffuse, e in più si fanno apprezzare per l’assenza di ingombri. Occorre tener presente, tuttavia, che i profili sono piuttosto sensibili all’usura, visto che scorrendo nei binari sui bordi laterali su cui sono installati fanno sì che i tessuti si danneggino o addirittura si strappino.

Per ovviare a questo problema si può rivolgere l’attenzione alle zanzariere a telaio rigido: il loro pregio più evidente è rappresentato dalla semplicità di pulizia e di manutenzione che le caratterizza. Questi modelli si sollevano a scorrimento e si dimostrano piuttosto robusti, cioè resistenti nel corso del tempo. Di sicuro più delicate sono le zanzariere a soffietto e le zanzariere plissettate, che si basano su tessuti ombreggianti grazie a cui non solo vengono evitate le invasioni di insetti, ma al tempo stesso ci si può riparare dalla luce del sole. Attenzione, però, perché queste zanzariere se restano chiuse a lungo rischiano di venire tagliate in corrispondenza delle pieghe.

Le zanzariere avvolgibili integrate

Nel novero delle soluzioni per proteggersi dagli insetti che possono essere installate in casa ci sono anche le zanzariere avvolgibili integrate: di sicuro non sono quelle che costano meno, ma hanno il pregio di contrastare senza problemi l’usura, anche perché vengono installate tra la tapparella e l’infisso. Ciò vuol dire che sono protette dagli agenti atmosferici e dal freddo. In molti casi queste zanzariere sono elettriche; possono essere progettate e realizzate su misura, risultando ancora più efficaci. Nel caso in cui i locali che devono essere protetti siano molto esposti al vento, può essere utile puntare su un modello a telaio rigido termosaldato, senza bottoncini tensori.

Le zanzariere per le porte

Non è detto che siano solo le finestre a dover essere protette dagli insetti: proprio per questo motivo in commercio si trova un vasto assortimento di zanzariere per porte. Tanti sono gli aspetti da tenere in considerazione per la scelta: la funzionalità e l’aspetto estetico, ovviamente, ma anche il vento, l’esposizione alla luce del sole, la manovrabilità, la praticità e la presenza di animali domestici. Cani e gatti, infatti, potrebbero rischiare di rovinare queste zanzariere.

In tal caso, sarebbe opportuno evitare i modelli con una rete dotata di bottoncini tensori, privilegiando invece le zanzariere per porte a scorrimento o a battente: le prime sono asportabili, il che vuol dire che con l’arrivo della stagione fredda è possibile metterle via senza difficoltà. La presenza di una rete in fibra metallica è sinonimo di robustezza e di resistenza: essa può essere termosaldata e antivento, dimostrandosi ancora più solida.

Per quel che concerne i tessuti, di solito le zanzariere meno costose sono realizzate in nylon: salendo di prezzo, ci sono quelle in fibra di vetro, un materiale resistente alla pioggia.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *