Rugby / Italia travolta, addio Mondiale

//   2 ottobre 2011   // 0 Commenti

italia irlanda rugby

Come Australia 2003 e Francia 2007. L’Italrugby si schianta all’ultimo ostacolo prima dei quarti di finale. A Dunedin, Nuova Zelanda, la storia si ripete contro la bestia nera Irlanda. Spinti da un pubblico amico di 15000 persone, i Verdi schiantano l’Italia 36-6 e volano ai quarti di finale, dove incroceranno il Galles. L’era Mallett finisce con un’altra eliminazione al 1° turno dei Mondiali: siamo cresciuti, ma non abbastanza.

Lo stadio di Dunedin è una bolgia verde. Sembra di giocare a Dublino, ma gli azzurri reggono l’intensità pazzesca imposta al match dai Verdi per tutto il 1° tempo. Ai calci di Ronan O’Gara, rispondono quelli di Mirco Bergamasco, ma sul 6-6 arriva l’episodio che segna psicologicamente la partita. Castrogiovanni ha l’occasionissima per siglare la 1° meta italiana, ma il suo tentativo si ferma poco prima della linea. Poco dopo, il pilone è costretto ad uscire per infortunio, stravolgendo così l’assetto tattico azzurro.
Una defezione che peserà tantissimo nella ripresa. L’Irlanda si porta con un altro calcio sul 12-6, poi piazza il break con due mete. E’ notte fonda per il XV di Mallett, che continua a subire fino al 32-6 finale. Il Mondiale neozelandese finisce qui, e con essa l’avventura del ct: da domani inizia l’era Brunel.

Quarti di finale Mondiali rugby

sabato 8 ottobre
Irlanda-Galles (Wellington)
Inghilterra-Francia (Auckland)
Domenica 9 ottobre
Sudafrica-Australia (Wellington)
Nuova Zelanda-Argentina (Auckland)


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *